Avvisi sulle distanze e appelli con altoparlanti: la vita ai tempi del Covid-19

Controlli serrati sul rispetto delle ordinanze e iniziative dei vari Comuni. Così ci si sta attrezzando nel vivo dell'emergenza

LECCE – Controlli a tappeto per il rispetto delle ordinanze e inviti ai cittadini a restare nelle proprie case. Solo così si può arginare la diffusione del Covid-19. Le iniziative si moltiplicano, in queste ore, e alcuni Comuni hanno iniziato a far circolare nelle vie i propri veicoli con operatori che, altoparlante alla mano, ricordano perché sia fondamentale restare nelle abitazioni e limitare il più possibile le uscite. Sta spopolando da questa mattina il video pubblicato sul proprio profilo Facebook dal Comune di Lizzanello, con una pattuglia della polizia locale che gira fra paese e frazione, Merine, lanciando appelli. Allo stesso modo, si sono attrezzate anche altre amministrazioni, come Cavallino e Copertino.

A Lecce controlli a tappeto e un numero speciale

Intanto, a Lecce è proseguita anche questa mattina l’attività di controllo del rispetto delle misure di contenimento del contagio da nuovo coronavirus. Un’attività avviata già ieri e di cui si sta occupando la polizia locale. Gli agenti dell’area tutela ambientale e amministrativa hanno svolto un monitoraggio di asili nido, ludoteche, sale gioco, centri scommesse. Non mancando di visitare anche molti esercizi commerciali e laboratori artigianali.

Per il momento, tutte le attività che soggiacciono all’obbligo di chiusura – come da decreto del presidente del Consiglio dei ministri dell’8 marzo - si stanno comportando in modo virtuoso. Allo stesso modo, i pubblici esercizi e i laboratori artigianali controllati, dove i titolari hanno indicato alla clientela la distanza minima di sicurezza di un metro con nastro colorato o paletti. L’attività, ovviamente, non si ferma e sarà intensificata nei prossimi giorni.

1215ca2a-2292-4a1b-bb2a-abb2d1823e27 (1)-2Sempre nel capoluogo, con un’ordinanza del sindaco Carlo Salvemini, è stato avviato il Centro operativo comunale, il cui scopo è assicurare la direzione e il coordinamento dei servizi di soccorso e di assistenza alla popolazione. Polizia locale e protezione civile hanno attivato anche un numero dedicato ai cittadini per i quali sono stati disposti sorveglianza sanitaria e isolamento fiduciario, cioè i cosiddetti “contatti stretti” di “casi risultati confermati” (positivi) oppure persone che volontariamente si pongono in isolamento domiciliare, perché anziane o con patologie che potrebbero renderle vulnerabili e che non possono contare sul supporto delle proprie reti familiari. I volontari delle associazioni di protezione civile provvederanno a recarsi per loro al supermercato o in farmacia. Il numero da contattare è: 0832-230049. Sarà attivo 24 ore su 24 a partire dalle 7 del mattino del 10 marzo.

Nardò, sospesi mercati settimanali e rinviata la festa 

Anche a Nardò, seconda città per ampiezza della provincia, il sindaco Pippi Mellone ha istituito il Centro operativo comunale, con sede presso il Comando di polizia locale di via Crispi, attivo dalle 8 alle 21 di ogni giorno, a partire da oggi e sino alla fine dell’emergenza. A coordinare il tutto, il comandante della polizia locale, Cosimo Tarantino. Per prendere contatto: 0833 572116 (telefono), 0833 572524 (fax) e, via posta elettronica, ai seguenti indirizzi: polizialocale@comune.nardo.le.it e polizialocale@pecnardo.it.

Con un altro provvedimento, il primo cittadino di Nardò ha anche sospeso i mercati settimanali del venerdì (zona mercatale) e della domenica (Santa Maria al Bagno e Sant’Isidoro) sino al 3 aprile. D’intesa con la curia vescovile e con gli altri soggetti interessati, si è deciso, inoltre, di rinviare la festa in onore di San Giuseppe Petrarca, prevista nei giorni 18 e 19 marzo prossimi, al mese di maggio. Per ovvie regioni, i cittadini sono invitati a non recarsi presso gli uffici comunali se non per motivi di reale, stringente necessità, concordando comunque per fissare appuntamento.

"State in casa". In alcuni comuni girano con gli altoparlanti

A partire da oggi si potrà contattare ogni servizio comunale neretino attraverso i numeri di telefono 0833 838434/422/275 (Welfare), 0833 838423/435 (Ambito Sociale Territoriale n. 3), 0833 838336/337/334/352 (Tributi), 0833 838236/220 (Lavori Pubblici), 0833 838252/221 (Urbanistica), 0833 838260 (Ambiente) oppure scrivendo agli indirizzi di posta elettronica disponibili sul sito www.comune.nardo.le.it. Sino al 3 aprile, quindi, l’accesso al pubblico in tutti gli uffici comunali sarà limitato. Nel weekend appena trascorso è stata effettuata la disinfezione di tutti gli immobili dell’ente. Sono comunque garantiti i servizi pubblici essenziali con sportello al pubblico di polizia locale, stato civile e anagrafe, servizi cimiteriali, servizio di assistenza domiciliare anziani.

Il sindaco, infine, ha tenuto a ricordare anche oggi il rispetto delle disposizioni sulle chiusure delle attività di pub, scuole da ballo, sale giochi, sale scommesse e sale bingo, discoteche e locali assimilati. E, alle attività di ristorazione, palestre e piscine, ha chiesto che i gestori e titolari facciano rispettare le distanze di sicurezza.

Ovviamente, tutte le amministrazioni della provincia di Lecce si stanno attivando, se non l’hanno già fatto, con numeri speciali, diffusone di messaggi e altre iniziative. Il consiglio rivolto a tutti è di seguire quanto è in via di pubblicazione sui siti Web o sulle pagine social ufficiali del proprio comune di residenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perde il controllo della moto e si schianta vicino casa: muore 35enne

  • Muore colto da infarto davanti alla scuola: attendeva la nipotina

  • Benzina e fuoco nell’autolavaggio: ma l'hard disk delle videocamere "sopravvive" alle fiamme

  • Non si fermano all’alt, schianto sul guardrail: in auto la targa rubata a un finanziere

  • Difendere un assassino, l’avvocato di De Marco: “Non siamo dei mostri”

  • Scuola, in arrivo una nuova ordinanza: Ddi al 100 per cento per una settimana

Torna su
LeccePrima è in caricamento