Emergenza Covid, nel Salento chiusi due giorni un liceo e tre scuole

Infezioni e sanificazioni. A Soleto, Zollino e Sternatia ordinanze dei sindaci per i rispettivi istituti. Al "Banzi Bazoli" ritorno alle lezioni per gli studenti di primo e secondo anno dal 5 novembre. Altri casi a Nardò, Leverano e Casarano

Il "Banzi Bazoli" di Lecce.

LECCE – Se a Leverano per il caso del contagio di un docente sono state chiuse tre classi dell’istituto comprensivo Polo 1 “Don Lorenzo Milani” (ne riferiamo in basso), a Zollino, Soleto e Sternatia i sindaci Edoardo Calò, Graziano Vantaggiato e Massimo Manera, con rispettive ordinanze, hanno disposto la chiusura per due giorni (lunedì 26 e martedì 27 ottobre) degli istituti presenti nel proprio territorio, per la sanificazione degli ambienti. Tutto questo, anche a causa di casi di positività accertati al Covid-19.

Per quanto riguarda Zollino, l’annuncio è arrivato con un post sulla pagina Facebook ufficiale dell’amministrazione comunale, in cui “si avvisa la cittadinanza che con apposita ordinanza è stata disposta la chiusura della scuola primaria e secondaria per i giorni 26 e 27 ottobre”. “La chiusura in via precauzionale – precida il post - si è resa necessaria a seguito dell’esito dei primi tamponi effettuati che hanno dato esito positivo per due bambini frequentanti il plesso scolastico di via Regina Elena”. Zollino, peraltro, è il comune dove risiede la dottoressa di stanza a Borgagne, frazione di Melendugno, risultata positiva nei giorni scorsi.

A Soleto l’ordinanza è stata pubblicata in tarda mattinata. La situazione di chiusura riguarda l’Istituto comprensivo statale “Falcone e Borsellino”, dove sono unificate scuole elementare e media. Risultano infette al Covid-19 una bambina che frequenta l’istituto e la madre, che si aggiungono ad altri tre casi di adulti accertati a Soleto. Sono tutti asintomatici. E anche a Sternatia, disposte misure precauzionali urgenti disposte dal sindaco, Massimo Manera, con la chiusura della scuola primaria e secondaria di I grado e della frequenza delle attività scolastiche comunali per le giornate del 26 e 27 ottobre.

Al Banzi si torna in classe il 5 novembre

Intanto, anche a Lecce, chiude per due giorni al pubblico un istituto, come misura per contenere l’emergenza. È il liceo scientifico “Banzi Bazoli” di piazza Palio: operazioni di sanificazione previste anche qui domani e dopodomani. Inoltre, spiega una nota sul sito ufficiale del liceo, “a partire dal 26 ottobre 2020 e sino al 4 novembre 2020, le classi prime e seconde svolgeranno le attività didattiche curricolari ed extracurricolari esclusivamente a distanza. Le attività in presenza per le classi prime e seconde in modalità didattica integrata riprenderanno il 5 novembre 2020. Tutti i docenti erogheranno le attività didattiche da remoto”.

Casi a Nardò e Leverano

Non chiude, invece, l'istituto d'istruzione secondaria "Vanoni" di Nardò. In una nota del dirigente Angelo Antonio Destradis, infatti, si spiega che "ieri,  a questa istituzione scolastica, è stato comunicato che un'alunna del nostro istituto è risultata positiva al Covid 19". Di conseguenza, "tempestivamente la scuola ha messo in atto tutto ciò che il protocollo prevede per simili situazioni, informando in primis le strutture dell'Asl competenti in materia, ed ha anche provveduto alla sanificazione della scuola". Insegnanti, studenti e famiglie sono quindi stati informati che da domani, lunedì 26 ottobre, le lezioni si terranno in presenza per gli studenti del biennio, come da ordinanza del presidente della Giunta regionale pugliese.

97d43c2b-ea31-4d36-94e6-4466fb8ea5c3-2

Un altro caso di positività al Covid-19 è stato riscontrato, tra i docenti, anche a Leverano. Si tratta di un insegnante in servizio all’istituto comprensivo Polo 1, “don Lorenzo Milani”. Per precauzione, il dirigente scolastico Antonio Saponaro ha disposto la chiusura (così come comunicato sul sito web della scuola secondaria) delle classi 3 A, 3 C e 1 A, da domani fino alla fine del mese.

Casarano, in isolamento una classe

A Casarano, l'Asl ha disposto l’isolamento fiduciario domiciliare e la sorveglianza sanitaria degli alunni e dei docenti della classe III B della Scuola secondaria di I grado del plesso di viale Stazione, a partire da domani, lunedì 26 ottobre, a causa di un caso confermato di Covid-19. Ad annunciarlo, una nota dello stesso istituto. La classe e gli ambienti comuni sono stati stati chiusi per sanificazione. Già oggi una ditta specializzata incaricata dal sindaco ha provveduto alla sanificazione di tutti i locali del plesso. Le attività didattiche per le altre classi sono quindi garantite.

Scuole, la nuova ordinanza

Intanto, in serata, è stata disposta una nuova ordinanza regionale. In un comunicato, la Regione Puglia recita che, "ferma restando  la sospensione delle attività didattiche “in presenza” in tutte le scuole secondarie di secondo grado, limitatamente alle ultime tre classi del medesimo ciclo scolastico, per il giorno lunedì 26 ottobre 2020, con decorrenza dal 27 ottobre e fino al 24 novembre 2020 le istituzioni scolastiche devono adottare, con il ricorso alle misure di flessibilità organizzativa [...] per una quota non inferiore al 75 per cento, la didattica digitale integrata in tutte le classi del ciclo della scuola secondaria di secondo grado, in modalità alternata alla didattica in presenza, modulando ulteriormente la gestione degli orari di ingresso e di uscita degli alunni anche attraverso l’eventuale utilizzo di turni pomeridiani, e disponendo che l’ingresso non avvenga in ogni caso prima delle 9".

Inolte, "le Iitituzioni scolastiche, nella loro autonomia, in attuazione e nei limiti di quanto previsto al precedente punto, individueranno per la restante quota in presenza, le misure che riterranno più idonee per l’utilizzo dei laboratori didattici ed altre attività in presenza o anche per l’attività in presenza di classi iniziali e terminali, nonché per l’attività di alunni con bisogni educativi speciali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • La lite degenera: spunta pistola a salve, investito con violenza con l’auto

  • Debito di droga si trasforma in incubo: lo minacciano davanti al nipote, tre in manette

  • Favori in cambio di sesso, viagra e battute di caccia, chiesti 12 anni e mezzo per l’ex pm

  • Freddato a 22 anni con un colpo di pistola alla testa, inflitti due ergastoli

  • Ubriaca alla guida colpisce auto, poi si ribalta: illesa una 21enne

Torna su
LeccePrima è in caricamento