Mobilitazione verso Durazzo: partiti cento volontari di protezione civile con mezzi

L'attivazione da parte del Dipartimento della Protezione civile nazionale e la sezione della Regione Puglia. Sono trentacinque i salentini

LECCE – Prosegue la mobilitazione dall’Italia per soccorrere il popolo albanese, dopo il terremoto che la notte scorsa ha provocato morti, feriti e devastazione in un’area compresa fra la capitale, Tirana, e Durazzo. In serata, attorno alle 22, dal porto di Bari è partita la colonna mobile regionale di Protezione civile, composta da cento volontari con mezzi attrezzati. Funzionari e dirigenti si sono recati in Albania in elicottero, gli altri con il traghetto.

Ad attivare il gruppo, il Dipartimento della Protezione civile nazionale e la sezione della  Regione Puglia. Andranno ad aggiungersi a quanti già hanno raggiunto nelle scorse ore la nazione dirimpettaia della Puglia. Il coordinamento di Lecce è presente con trentacinque volontari e dodici automezzi, tra cui la sala operativa mobile. Loro compito sarà quello di partecipare attivamente alle attività di soccorso già previste per le prossime ore a Durazzo. Qui sarà approntato un modulo di assistenza per 250 persone.

Secondo le previsioni del momento, i cento volontari si fermeranno a Durazzo per cinque giorni, offrendo assistenza alla popolazione e supporto alla logistica, tra cui elettricisti, cucinieri e radiocomunicazioni. Il servizio di Protezione civile pugliese, in collaborazione con quello del Molise, è coordinato dal Dipartimento nazionale che segue costantemente l’evolversi della situazione, valutando gli effetti del sisma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Militari attendono cassiera a fine turno: addosso parte dell’incasso, sospetti ammanchi per 50mila euro

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

Torna su
LeccePrima è in caricamento