Lecce, terzo ciclo di tamponi: negativi. Ritiro blindato all'Acaya Golf Resort

Per i calciatori e lo staff della squadra tornata di controllo. Martedì era risultato positivo Vera, prima ancora il greco Tachtsidis, ma in patria

LECCE – Sono risultati tutti negativi i tamponi fatti alla squadra del Lecce e a tutto lo staff che è a stretto contatto con i calciatori. Si è concluso così senza ulteriori sorprese il terzo ciclo di controlli, il secondo da quando è risultato infetto da Sars Cov 2 Bryan Vera.

Il giovane colombiano, di ritorno da una vacanza in Francia con un leggero ritardo rispetto alla data stabilita per il raduno, si era sottoposto a tampone individualmente quando già i compagni avevano fatto il primo ciclo. L’esito positivo del suo test molecolare, di cui si è avuta notizia martedì, ha fatto scattare le procedure previste dai protocolli sanitari che per due settimane prevedono la prova del tampone con frequenza ravvicinata. Vera è asintomatico ed è isolamento.

Stessa sorte per il compagno Panagiotis Tachtsidis, che è rimasto in Grecia dove alla fine della scorsa settimana aveva fatto il tampone, prima del rientro in Italia. Tutto il gruppo squadra si è trasferito presso l’Acaya Golf Resort & Spa per proseguire il ritiro che era stato interrotto con il trasferimento in un’altra struttura cittadina alla notizia della positività di Vera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perde il controllo della moto e si schianta vicino casa: muore 35enne

  • Coppia massacrata in casa, il giovane assassino reo confesso chiede l’abbreviato

  • Muore colto da infarto davanti alla scuola: attendeva la nipotina

  • Benzina e fuoco nell’autolavaggio: ma l'hard disk delle videocamere "sopravvive" alle fiamme

  • Non si fermano all’alt, schianto sul guardrail: in auto la targa rubata a un finanziere

  • Scuola, in arrivo una nuova ordinanza: Ddi al 100 per cento per una settimana

Torna su
LeccePrima è in caricamento