Leccesi distratti e turisti curiosi: città senza veli nelle due giornate del Fai

Le iniziative: aperture straordinarie degli Olivetani, del Museo ebraico, della chiesa dei SS. Nicolò e Cataldo e dell'Abbazia di Cerrate. Sabato il percorso di Sant'Oronzo

In foto: la conferenza stampa del Fai a Lecce

Lecce – Tesori e meraviglie nascoste e a portata di mano, ma troppo spesso ignorate. Lo sa bene il Fai che anche quest'autunno ha organizzato eventi in tutta Italia, nelle giornate di sabato 12 e domenica 13 ottobre, per svelare il patrimonio architettonico, paesaggistico e storico italiano.

“Le giornate Fai d'autunno” prevedono itinerari a tema e aperture straordinarie di palazzi, chiese, castelli, aree archeologiche e giardini in 260 città italiane, compresa Lecce. Ogni visita e ogni accesso ai beni del Fai prevede un contributo facoltativo e libero, grazie al lavoro svolto dai tanti volontari del Fondo ambiente italiano.

Per famiglie e comitive di amici, turisti e residenti distratti, questi due giorni rappresentano un'occasione unica per scoprire la bellezza che ci circonda e che troppo spesso diamo per scontata.

La conferenza stampa

“Questo progetto è importante perché riesce ad integrare diversi valori – ha commentato il sindaco di Lecce, Carlo Salvemini -: la memoria storica della città, la trasmissione dei saperi alle giovani generazioni e l'arricchimento dell'offerta culturale del territorio. Con queste giornate riusciremo a rendere più consapevoli anche i leccesi che conoscono poco la loro città, allargando contemporaneamente gli itinerari di scoperta”.

“Sarà un weekend ricco di attività – ha aggiunto l'assessore alla Cultura, Fabiana Cicirillo - e sono lieta di aver rilevato, in questi mesi, un notevole fermento culturale delle associazioni cittadine. L'amministrazione continuerà a lavorare per rendere più organica l'offerta degli eventi e anticipare la comunicazione al pubblico”.

“Nel momento in cui ci impegniamo per valorizzare le tradizioni popolari e religiose leccesi, ci rendiamo conto che esiste un fuoco vivo sotto la cenere che merita di essere alimentato – ha precisato l'arcivescovo di Lecce, Michele Seccia -. Dobbiamo tenere presente che non solo i turisti ma anche i leccesi spesso ignorano le bellezze del patrimonio ecclesiale”.

Le aperture e i percorsi tematici nel capoluogo

In sede di conferenza stampa di presentazione dell'evento, Adriana Greco Bozzi Colonna, capo delegazione Fai Lecce ha illustrato le iniziative che si terranno nel capoluogo.

A Lecce le aperture riguarderanno il complesso degli Olivetani nella giornata di sabato, dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19 e l'apertura del Museo Ebraico che permetterà di scoprire una Lecce medievale poco nota, nel pomeriggio di domenica, dalle 15 alle 19.

Il 13 ottobre poi, dalle 9 fino alle 12, sarà possibile partecipare al “Percorso di Sant'Oronzo” che rispolvera e rivitalizza l'antica tradizione della visita alle 9 cappelle che portano al santuario di Sant'Oronzo fuori le Mura che si trova lungo la strada di Torre Chianca e che custodisce la storia della comunità cattolica leccese.

Durante il percorso, che partirà dalla chiesa del Cuore immacolato di Maria, i piccoli studenti della scuola primaria “Livio Tempesta” racconteranno la storia e i particolari più inediti delle cappelle. Imperdibile poi l'ingresso a contributo volontario (generalmente è a pagamento) dell'Abbazia di Santa Maria di Cerrate: durante il weekend sarà possibile visitarla dalle 10 alle 18, ricordandosi di arrivare mezz'ora prima dell'ultimo ingresso.

Nella giornata di sabato (dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19) sarà possibile visitare anche la chiesa dei SS. Nicolò e Cataldo, sempre a Lecce.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

giornateautunnoFai-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’incredulità a Casarano: "Insospettabile, potrebbe allora accadere a chiunque”

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento