rotate-mobile
Attualità San Cesario di Lecce

Collegare San Cesario di Lecce alla città: il sindaco scrive a Salvemini e a Sgm

Nella lettera Giuseppe Distante richiede un incontro col primo cittadino leccese e con la società di trasporti. Potenziare il collegamento tra i due centri faciliterebbe la vita ad anziani e lavoratori e ridurrebbe il traffico

SAN CESARIO DI LECCE – Meno auto e meno inquinamento, potenziando i collegamenti tra il capoluogo salentino e San Cesario di Lecce. È l’idea del sindaco del comune dell’hinterland leccese Giuseppe Distante che, nelle scorse ore, ha inviato una lettera al primo cittadino della città Carlo Salvemini e a Sgm, la Società di gestione multipla, per richiedere una nuova tratta del trasporto pubblico che abbia come capolinea il presidio ospedaliero di San Cesario.

Nella missiva, Distante ha auspicato un incontro coi vertici della società dei trasporti e con Salvemini per trovare una intesa in vista di un servizio bus che potrebbe far comodo ai tanti anziani che, quotidianamente, devono raggiungere l’ospedale “Vito Fazzi” per delle visite specialistiche, o il centro città, o la stazione ferroviaria.

“Conosco bene quali siano le difficoltà economiche che il trasporto pubblico locale deve affrontare a causa dei continui tagli a cui è sottoposto, ma credo sia di fondamentale importanza tenere in considerazione le esigenze del nostro territorio, che va ormai considerato come “metropolitano” e che, purtroppo, denuncia da sempre grosse carenze infrastrutturali”, scrive Distante nel documento. L’attenzione è rivolta anche ai numerosi lavoratori che potrebbero beneficiare di un simile collegamento, alleggerendo in questo modo il traffico di automobili lungo la provinciale 362, in un’ottica di sostenibile ambientale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Collegare San Cesario di Lecce alla città: il sindaco scrive a Salvemini e a Sgm

LeccePrima è in caricamento