Licenziato per vecchie vicende giudiziarie, il giudice gli ridà il posto

E’ accaduto a un dipendente della Monteco, la società che attualmente gestisce il servizio di nettezza urbana nel Comune di Lecce, per episodi avvenuti quindici anni fa. Accolto il ricorso

LECCE - Era stato licenziato a causa dei suoi precedenti penali, in considerazione dei quali l’azienda paventava il rischio di infiltrazioni mafiose e quindi la possibilità di essere colpita da un’interdittiva della Prefettura, ma il dipendente è riuscito a riprendersi il posto di lavoro.

A restituirglielo è stato il giudice Amato Carbone che, nei giorni scorsi, ha così accolto il ricorso presentato contro Monteco srl,  la società che attualmente gestisce il servizio di nettezza urbana nel Comune di Lecce, dall’uomo attraverso l’avvocato Salvatore Serafino.

La sentenza ha inoltre disposto il pagamento di una cospicua indennità risarcitoria, nel limite di dodici mensilità, oltre al versamento dei contributi previdenziali e delle spese legali.

Tra le principali questioni sollevate dalla difesa, il fatto che le condanne riportate dall’impiegato (l’ultima nel 2007) riguardavano reati (nello specifico di associazione a delinquere dedita al traffico di sostanze stupefacenti) commessi quindici anni prima dal licenziamento.

E il giudice gli ha dato ragione, ritenendo che non sussista “alcuna giusta causa per il licenziamento tenuto conto delle mansioni basilari svolte dal ricorrente, dell’amplissimo tempo trascorso tra i fatti rilevati e la data del licenziamento (nell’aprile 2019, ndr), del positivo superamento dell’affidamento in prova che si estende agli effetti penali della condanna”.

“Inoltre – aggiunge - manca prova dell’emissione di una interdittiva e pertanto si è non legittimamente scelto di espellere un soggetto in virtù di un mero giudizio prognostico. Va precisato che in questo caso vi è un’irrilevanza giuridica del fatto contestato in quanto per le note sopra riportate è indifferente rispetto al rapporto di lavoro non incidendo in maniera attuale sul rapporto”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento