Lido San Basilio, permessi edilizi ok. Il Riesame dissequestra la tettoia

Annullato dal Tribunale del riesame il provvedimento di sequestro preventivo all’interno dello stabilimento di San Foca scattato il 5 giugno scorso dopo i controlli della polizia locale su disposizione dell’autorità giudiziaria

MELENDUGNO - È stato revocato il provvedimento di sequestro preventivo disposto il 5 giugno scorso dalla procura di Lecce della tettoria di pertinenza del Lido San Basilio di San Foca sul litorale di Melendugno in merito alle attività di controllo e delle informative scaturite dopo una serie di verifiche negli stabilimenti balneari da parte della polizia locale su disposizione dell’autorità giudiziaria. I sigilli erano stati apposti ad una struttura di 140 metri quadrati, una sorta di estensione a una tettoria già esistente nei pressi del bar dello stabilimento, già in possesso di un’autorizzazione, ma che secondo i primi rilievi era stata considerata come una sorta di estensione priva dei titoli edilizi e autorizzativi necessari. Da qui il gip aveva accolto la richiesta del pm, Paola Guglielmi.

Nella giornata di ieri è stato comunicato invece il provvedimento disposto dal Tribunale del Riesame di Lecce che ha dissequestrato delle parti delle strutture destinatarie del sequestro preventivo che sono state restituite al titolare dello stabilimento, Andrea Fasiello. Il provvedimento del presidente del Tribunale del riesame, Silvio Piccinno, ha confermato come all’atto dell’emissione del provvedimento di sequestro il titolare fosse in possesso di tutte le legittime autorizzazioni necessarie e che il tutto era nato da una erronea interpretazione tecnica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

È doveroso qui a ringraziare il pubblico ministero Guglielmi così come i componenti togati del riesame per la loro celerità ed attenzione con cui sono stati esaminati gli atti” commenta il titolare del lido San Basilio, “accertando che, come già riferito nel momento del sequestro, eravamo in possesso di tutte le legittime autorizzazioni necessarie e che il tutto nascesse da una erronea interpretazione tecnica”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento