Mercoledì, 29 Settembre 2021
Attualità Otranto

Lido Tropea, via anche i sigilli. Il Riesame annulla il sequestro preventivo

Dopo aver ottenuto la facoltà d’uso a seguito del provvedimento della procura di fine agosto i titolari della struttura balneare di Otranto tornano in possesso del lido. Accolte le tesi difensive. Anche il Tar aveva fatto chiarezza sul nodo dei permessi annuali

OTRANTO -  Dopo aver ottenuto la facoltà d’uso e la possibilità di continuare nell’attività balenare sino ai primi di settembre per i gestori del Lido Tropea di Otranto arriva anche il provvedimento di annullamento del sequestro preventivo disposto dalla procura di Lecce il 23 agosto scorso.

Con un decreto a firma del gip del tribunale di Lecce, Alessandra Sermarini, risalente al 28 luglio e notificato poi solo a fine agosto era stata infatti accolta la richiesta della procura per il sequestro preventivo  dell’intera area interessata “da tutte le opere e tutte costituenti l’intero stabilimento balneare denominato Lido Tropea”. Appena due giorni dopo il giudice per le indagini preliminari Giulia Proto aveva poi accolto la richiesta avanzata dall’avvocato difensore, Alessandro De Matteis, consentendo allo stabilimento balneare di poter continuare ad accogliere i vacanzieri fino al 5 settembre.

Nel contempo è stata presentata istanza pressa il tribunale del Riesame che oggi, in accoglimento del ricorso proposto dalla difesa del titolare del lido ha annullato il sequestro e disposto la restituzione del lido. Non si conoscono ancora le motivazioni alla base della decisione essendo stato depositato solo il dispositivo.

Il convincimento della difesa, riversato nel ricorso, è che non sia configurabile nessuno dei reati in contestazione e che in ogni caso tutti i reati sarebbero prescritti.

“Abbiamo dimostrato, documenti e norme alla mano, la fragilità di un impianto accusatorio fondato su un concetto di non facile amovibilità delle strutture balneare che non trova rispondenza nella legge e sull’errato convincimento della procura, e di pari passo della Soprintendenza di Lecce, che il Lido Tropea disponga solo di autorizzazioni stagionali” commenta l’avvocato De Matteis, “convincimento rispetto al quale la titolare del lido ha di recente registrato una pronuncia favorevole del Tar di Lecce".

L’auspicio è che ora la procura desista dall’intraprendere l’azione penale, ma staremo a vedere” conclude il legale, “la titolare dal canto suo è serena e fiduciosa, certa di aver sempre operato nel rispetto della legge e delle autorizzazioni”.

   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lido Tropea, via anche i sigilli. Il Riesame annulla il sequestro preventivo

LeccePrima è in caricamento