Liverani con il Lecce fino al 2022. Nodo stadio: rassicurazioni dal presidente

Ufficializzato il prolungamento del contratto in scadenza nel 2020. Prevista una clausola per la rescissione e la conferma dello staff

Il presidente Sticchi Damiani, il tecnico Fabio Liverani tra gli altri azionisti e membri dello staff tecnico.

LECCE – Fabio Liverani ha firmato il prolungamento per altri due anni del contratto che già lo legava all’Us Lecce fino al termine della prossima stagione.

Lo ha annunciato in conferenza stampa il presidente del club, Saverio Sticchi Damiani, che ha anche anticipato la convocazione di un prossimo incontro esclusivamente dedicato alla questione dell’agibilità e della riqualificazione dello stadio di Via del Mare: anche su questo fronte ci saranno importanti e rassicuranti novità, in scia con quanto già accennato mesi addietro rispetto a un dialogo aperto con il Credito Sportivo e con altre istituzioni.

Il numero uno del sodalizio giallorosso, affiancato dal vice presidente Corrado Liguori e dallo stesso allenatore, alla presenza di alcuni tra gli azionisti – Silvia e Dario Carofalo –, del direttore generale, Giuseppe Mercadante, e dello staff tecnico, ha spiegato le ragioni del rinnovato impegno: “Cerchiamo così di dare continuità al nostro progetto confermando la linea tecnica. Abbiamo firmato un contratto complesso, che tiene in considerazione molti aspetti perché come potete facilmente immaginare, il mister in questo momento ha molto mercato”.

La clausola principale consiste nella previsione di una penale per l’interruzione anticipata dell’accordo da parte di una delle due parti. Insomma, pagando la somma pattuita Liverani o il club potranno sciogliere il contratto senza ulteriori strascichi. Una parte dell’intesa raggiunta dopo settimane di confronto riguarda anche la valorizzazione del parco giocatori.

“Sono felice di poter programmare il futuro – ha dichiarato Liverani -. Con umiltà e lavoro ci siamo messi nella testa della proprietà cercando di ottenere la permanenza nella categoria in modo da dare continuità a questo percorso di crescita. Siamo partiti dalla serie C con la prospettiva di due anni di vita. Oggi, a tre partite dalla fine del campionato, abbiamo un sogno che può diventare un capitolo importante nella storia sportiva di questa città”.

L’allenatore ha poi illustrato i motivi principali che lo hanno spinto ad accettare la proposta del Lecce: “Non sono uno a cui piace pensare solo al proprio orticello, ma mi voglio sentire partecipe di un progetto complessivo e qui ci sono le condizioni per farlo: mi piace alzare di volta in volta l’asticella, mantenendo sempre i piedi per terra e qui ho trovato una proprietà che ha sempre dimostrato equilibrio”.

Il tecnico è stato poi sollecitato a introdurre la partita di domenica sera contro il Brescia, che si disputerà avendo acquisito il risultato di Livorno-Palermo (si gioca sabato): “Potremmo non avere l’obbligo di vincere a tutti i costi, ma, comunque vada, noi questa gara la prepariamo come tutte le altre: il Brescia gioca bene, vince, è la prima della classe con merito: noi lo affronteremo con umiltà”.

“Non sono mai stato un giocatore cui piace azzardare – gli ha fatto eco il presidente – per cui mi limito a dire che mi piace arrivare a questa partita sulla scia della bella notizia di oggi. Non sappiamo ancora quale campionato disputeremo: l'ipotesi peggiore è quella di rimanere in serie B con l'allenatore che ha costruito il miglior calcio della categoria”.

Insieme a Liverani è stato confermato tutto lo staff tecnico, che Sticchi Damiani ha voluto ringraziare nominando uno per uno i suoi componenti: dall’allenatore in seconda, Manuel Coppola, al preparatore dei portieri, Davide Sassanelli, passando per il collaboratore tecnico Federico Fabellini e i preparatori atletici Maurizio Cantarelli e Alessandro Bulfoni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nota a margine: l'apposito comitato provinciale ha deliberato un'ulteriore deroga alla capienza del Via del Mare che è stata portata a 26mila e 96 posti grazie alla disponibilità di altri 433 biglietti per la Tribuna Est Inferiore e 341 per la Curva Sud Superiore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento