rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Attualità Matino

Matino ricorda le vittime del Covid erigendo un monumento

Il sindaco Toma: "Abbiamo sposato con emozione l’iniziativa perché riteniamo fondamentale onorare la memoria di quanti ci hanno lasciato nel corso della pandemia mondiale"

MATINO – La città di Matino ha voluto commemorare, con un monumento, tutte le vittime del covid. Per non dimenticare il dramma delle vite spezzate dalla pandemia, che ha toccato troppe famiglie, e per non dimenticare l'impegno di quanti si sono spesi in prima fila nei mesi più bui del contagio.

La prima pietra è stata posta nel giorno della commemorazione dei defunti. La scultura è stata realizzata dal maestro Giuseppe Calò, di Collepasso, e raffigura un abbraccio tra due persone che assurge a simbolo dell’intera umanità.

“Abbiamo sposato con emozione – ha commentato il sindaco Giorgio Salvatore Toma - l’iniziativa perché riteniamo fondamentale onorare la memoria di quanti ci hanno lasciato nel corso della pandemia mondiale da Covid 19. In questo periodo drammatico abbiamo condiviso dolore e solidarietà, stringendoci e riscoprendo valori imprescindibili per tutti noi, rappresentati ora e per sempre da questo monumento. Stiamo uscendo da una emergenza tragica. E’ importante, perciò, continuare ad osservare ancora tutte le precauzioni e regole ancora in vigore, prima di poter dichiarare sconfitto questo nemico invisibile che ha portato via, con terribile e inaspettata velocità, i nostri affetti più cari”.

La posa dell'opera è stata formalizzata dalla giunta comunale con un provvedimento ad hoc, e collocata nell’area antistante l’ingresso principale del cimitero.

La manifestazione è stata fortemente voluta dall’amministrazione cittadina, su iniziativa dell’associazione “Amici del presepe” di Matino, presieduta da Luca Cataldo.

La targa recita testualmente “A perenne memoria di chi, colpito da un virus letale, ci ha lasciato senza il conforto di un ultimo, intimo abbraccio. Sia questo un segno di eterna riconoscenza per il loro sacrificio e per il dolore di quanti, impotenti, hanno sofferto il distacco”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Matino ricorda le vittime del Covid erigendo un monumento

LeccePrima è in caricamento