menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Alessandro Mele, in arte Ale.

Alessandro Mele, in arte Ale.

Dopo il bullismo, l’alienazione lavorativa: il nuovo brano del salentino Ale

Alessandro Mele, in arte Ale, è studente universitario e autore del nuovo hit intitolato “Miracolo”: la musica come salvezza dalla monotonia

TRICASE - Due anni fa avevamo parlato di lui per un brano musicale  sul tema del bullismo, quando era ancora studente presso il Liceo classico “Girolamo Comi”. Ora Alessandro Mele in arte Ale torna con un nuovo, orecchiabilissimo hit, pubblicato con Visory Records, l’etichetta discografica che ha, tra i vari artisti, anche Random, cantante in gara nell’edizione di Sanremo appena conclusa.

Il nuovo lavoro si intitola “Miracolo” ed è uscito come brano indipendente lo scorso 26 febbraio, per poi passare sotto etichetta il 12 marzo.  Originario di Tricase e attualmente studente universitario iscritto al corso di Manager del turismo, Ale spazia dal rap melodico al pop. Il nuovo singolo, corredato di videoclip, è ora disponibile su Youtube e in streaming su tutte le piattaforme musicali. Il brano parla di quanto la nostra vita, specialmente quella lavorativa, a volte sia pesante e monotona e ci porti a passare giornate una uguale all'altra.

Una ciclicità accentuata soprattutto in questo periodo: per questo il giovane artista confida appunto in un “miracolo” affinché le cose cambino. Ma poi, effettivamente, quest'ultimo non avviene mai e “quindi dobbiamo metterci l'anima in pace affrontando con le sole nostre forze questo ciclo continuo che va ripetendosi, cercando di evadere facendo anche altro”. Nel video, infatti, il protagonista si rifugia nell'alcool che lo porta a entrare in un mondo più bello di quello che vive ogni giorno, permettendogli la spensieratezza attraverso il ballo.  In realtà, quel legame è un fatto decisamente più positivo e sano: rappresenta il rapporto di Ale con la musica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento