Martedì, 16 Luglio 2024
Lutto nell'arcidiocesi / Sanarica

La chiesa di Otranto piange don Antonio Sales prete che aveva lavorato nelle Ferrovie

Il sacerdote, parroco di Vitigliano ma originario di Sanarica, da tempo era in gravi condizioni di salute: era conosciuto anche per i trascorsi da manovratore al lato nord della stazione di Lecce prima della vocazione presbiterale

VITIGLIANO (Santa Cesarea Terme)/SANARICA – Lutto nell’arcidiocesi di Otranto per la morte di don Antonio Sales, parroco di Vitigliano, frazione del Comune di Santa Cesarea Terme.

Nato nel piccolo centro di Sanarica, a pochi passi da Muro Leccese, il 30 aprile 1951, era conosciuto per l’esperienza lavorativa che aveva intrapreso prima della vocazione: Sales, infatti, aveva prestato servizio nelle ferrovie dello Stato al lato nord della stazione di Lecce con la mansione di manovratore.

Poi, come detto, la vocazione, gli studi teologici e l’ordinazione presbiteriale. Tra i ruoli ricoperti quello di economo per la diocesi e il seminario minore, prima di diventare parroco a San Cassiano e iniziare un percorso in diverse comunità del territorio. L’ultimo incarico era stato quello di responsabile della parrocchia “San Michele Arcangelo” a Vitigliano.

Da tempo, però, le sue condizioni di salute avevano compromesso la sua presenza e il servizio presso la comunità di riferimento. Stamattina il decesso, all’età di 73 anni, nella sua comunità di origine. La salma del sacerdote si trova nella confraternita della Madonna Annunziata in via Giuggianello a Sanarica e domani mattina sarà trasportata nella chiesa madre, dove si terranno i funerali, a partire dalle 16.30.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La chiesa di Otranto piange don Antonio Sales prete che aveva lavorato nelle Ferrovie
LeccePrima è in caricamento