menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Multa per collaudo scaduto con il “Targa system”: giudice di pace annulla verbale

E’ accaduto ancora una volta: il giudice ha ritenuto illegittima la multa elevata ad una donna di Veglie dalla polizia locale di Monteroni con l’apparecchiatura elettronica contestando

MONTERONI - Richiamando ancora una volta la nota conoscitiva del ministero dell'Interno, il giudice di pace ha ribadito che l'accertamento con “targa system” deve essere contestato immediatamente non essendo, tale strumento, omologato per accertare da remoto le violazioni. E’ accaduto nuovamente: con una recente sentenza, depositata il 6 novembre scorso, il giudice di pace di Lecce, Antonella Santoro, ha annullato l’ordinanza-ingiunzione della prefettura e il verbale di accertamento elevato dalla polizia locale di Monteroni con il quale veniva contestata la violazione al codice della strada per l’omessa revisione periodica, ovvero il collaudo scaduto.

La vicenda sottoposta alla valutazione del giudice si è conclusa favorevolmente quindi per una donna di Veglie che, assistita da legale Nicola Chicco, aveva impugnato la multa contestandone la legittimità. In particolare all’automobilista era stata comminata la sanzione per aver circolato con il veicolo non sottoposto alla prescritta revisione e il tutto era stato rilevato dagli agenti della municipale di Monteroni  attraverso il dispositivo “targa system”.

La legittimità della sanzione è stata contestata dall’avvocato Nicola Chicco poiché la procedura adottata dal comando della polizia locale “non appariva coerente con le norme in vigore, con ciò contravvenendo a quanto sancito e prescritto, ai fini della legittimità del verbale, dall’articolo 201 del Codice della strada che sancisce l’obbligo di indicare in modo preciso e dettagliato i motivi della mancata immediata contestazione, in caso di modalità differita delle violazioni”.

Proprio recependo tale motivo di opposizione, il giudice con il suo provvedimento ha annullato il verbale in questione e accolto anche la richiesta formulata dal difensore di condanna della prefettura al pagamento delle spese e dei compensi di lite.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Salento da zona gialla: 81 nuovi casi ogni 100mila abitanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    La questura informa: proroga permessi di soggiorno

  • Cucina

    Trìa, pasùli e mùgnuli: la ricetta della signora Laura

  • Fitness

    Rassodare il seno, ecco gli esercizi da fare

Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento