rotate-mobile
Sicurezza ed educazione / Melpignano

“Multe morali”, bambini “sanzionano” i trasgressori del codice stradale

Iniziativa nel Comune di Melpignano in collaborazione con istituto comprensivo, polizia locale, scuole guida e associazione italiana familiari e vittime di strada

MELPIGNANO – “Multe morali” contro i trasgressori del codice stradale per promuovere la sicurezza partendo dall’educazione dei più piccoli: Melpignano risponde all’appello del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che, nel suo discorso di fine 2022, aveva invitato ragazzi e ragazze a non distruggere la propria vita per un momento di imprudenza. L’amministrazione del comune grico ha deciso di coinvolgere direttamente i più piccoli per impostare un’attività di prevenzione tra coloro che saranno gli automobilisti di domani.

Nella mattinata di ieri, alle 10,30, gli scolari e le scolare dell’Istituto comprensivo “Oriolo e Ceccato” sono scesi in strada, assieme alla polizia locale melpignanese, all’associazione Aifvs e alle scuole guida, per elevare “multe morali”, ovvero avvisi che i bambini e le bambine hanno lasciato sul parabrezza delle auto, indicando la tipologia dell’eventuale violazione riscontrata.

Un progetto che ha visto una serie di incontri a scuola in collaborazione tra Comune di Melpignano, l’istituto comprensivo Corigliano d’Otranto-Melpignano-Castrignano dei Greci, il comando di polizia locale e l’associazione Aifvs di Melendugno, l’Associazione italiana familiari e vittime della strada, per educare alle buone pratiche. Due gli appuntamenti che si sono tenuti rispettivamente il 14 e il 19 aprile scorsi, coinvolgendo gli studenti e le studentesse di scuole elementari e medie, alla presenza anche degli insegnanti delle scuole guida.

Una campagna sistemica di prevenzione è stata adottata dall’amministrazione fin dal momento dell’insediamento. Prevenzione e informazione sono passate anche attraverso l’installazione – nel marzo di due anni addietro - della segnalazione luminosa in ben tre punti a centinaia di metri dal rilevatore di velocità lungo il tratto della statale 16. Questo ha portato anche ad un riduzione del 50 per cento delle infrazioni sul territorio comunale nel 2022 rispetto al 2021.

Il numero dimezzato in un anno delle multe lascia pensare che, nel tempo, i risultati di nuove condotte maggiormente virtuose da parte degli automobilisti si comincino a intravedere. Quei deterrenti hanno funzionato. Ma all’amministrazione non basta un decremento delle sanzioni: ora si vuole puntare alla lotta ai comportamenti, come la velocità elevata, sui quali l’attenzione resta alta. Proprio per questo il Codice della Strada è stato portato tra i banchi di scuola.

L'iniziativa a Melpignano

“Si parte dai piccoli – ha dichiarato la sindaca, Valentina Avantaggiato - perché, per cominciare, sono già utenti della strada in quanto pedoni. Ma soprattutto esposti a potenziali pericoli se in compagnia di automobilisti che adottano comportamenti scorretti”. “Venerdì, i piccoli cittadini di Melpignano accompagneranno gli agenti di polizia locale fungendo da sentinelle, a caccia di comportamenti scorretti. Nelle prossime settimane proseguiremo con altre iniziative sulla educazione stradale per formare e tutelare gli automobilisti di domani. Il 24, per esempio, è previsto un altro incontro coinvolgendo gli studenti e le studentesse dell’istituto superiore Egidio Lanoce di Maglie. Parteciperanno – oltre a polizia locale, onlus di Melendugno e scuole guida – anche i vigili del fuoco e il personale del 118. Non è un tempismo casuale vista la stagione estiva ormai alle porte: non vogliamo più assistere alle stragi degli anni scorsi”.

“L’iniziativa proposta è molto interessante poiché educa ad ampliare le competenze nell’educazione civica attraverso la simulazione di situazioni concrete, la visione di video, la riflessione sulle conseguenze di comportamenti poco rispettosi. Il percorso didattico insegna come si può essere buoni cittadini osservando le norme che regolano la circolazione stradale e salvaguardando la propria e l’altrui sicurezza ed incolumità. Gli alunni coinvolti attendono con curiosità la conclusione del progetto per assistere alla fase finale che consisterà nell’applicazione della multa “morale” ai trasgressori”, dichiara la dirigente scolastica dell’Istituto comprensivo Corigliano d’Otranto-Melpignano-Castrignano dei Greci, Enrica Saracino.

“Ringraziamo la sindaca del comune di Melpignano per averci invitato al progetto di sensibilizzazione sul tema della sicurezza stradale rivolto ai bambini e ai ragazzi della scuola primaria e secondaria di I grado”, prosegue Giuliana Serio, referente della onlus Aifvs con sede a Melendugno. “Venerdì i ragazzi usciranno per strada e, fatto tesoro di quanto appreso negli incontri precedenti sul tema della sicurezza stradale, eleveranno ai cittadini che non rispettano il Codice della Strada una "multa morale". in particolare verranno individuate le auto parcheggiate in spazi riservati a pedoni e ciclisti, le auto parcheggiate a ridosso di un incrocio limitando pericolosamente la visibilità, e le auto parcheggiate in uno spazio riservato ai diversamente abili. L'obiettivo è quello di ricordare "ai più grandi" che il mancato rispetto delle regole della strada rende difficile e mette in pericolo la vita dei pedoni e dei ciclisti. Per un senso civico e morale, l'Associazione Aifvs chiede di rispettare le regole del vivere insieme, per fermare le stragi stradali che ogni giorno si consumano nel nostro paese”, conclude.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Multe morali”, bambini “sanzionano” i trasgressori del codice stradale

LeccePrima è in caricamento