menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una vista delle Mura Urbiche.

Una vista delle Mura Urbiche.

Passaggio di proprietà: Mura Urbiche ora sono patrimonio comunale

L'imponente complesse monumentale all'ingresso di Lecce, in attuazione del federalismo demaniale culturale, è stato acquisito da Palazzo Carafa. Il sindaco: "Passo importante per una forma stabile di gestione"

LECCE – Le Mura Urbiche sono stata acquisite al patrimonio del Comune. Il passaggio di proprietà è stato stipulato questa mattina dal direttore regionale di Puglia e Basilicata dell’Agenzia del demanio, Vincenzo Capobianco, e il sindaco di Lecce, Carlo Salvemini. L’operazione è stata possibile grazie alle disposizioni del cosiddetto federalismo demaniale culturale (legge del 2010).

“Oggi abbiamo compiuto un passaggio solo all’apparenza formale – dichiara il sindaco Carlo Salvemini – ma che in realtà è determinante per giungere a una forma stabile di gestione. Il successo delle aperture straordinarie che abbiamo realizzato nei mesi scorsi dimostra la grande potenzialità che il circuito delle Mura custodisce, sia per il valore in sé della testimonianza storica, sia per l’ambientazione preziosa che può rappresentare per iniziative culturali di ogni genere”.

L’inaugurazione avvenne a ridosso delle elezioni amministrative del 2017, dopo le quali la giunta Salvemini – con il vice sindaco Delli Noci – si è incaricata di trovare i fondi per completare i lavori residui, come quelli di tutto l’impianto di illuminazione. Parallelamente sono partite le visite guidate, anche se in maniera non continuativa. Il passaggio di proprietà consente ora di definire un percorso più chiaro anche per la fruizione di tutto l’imponente complesso.

L’obiettivo è quello di mettere a sistema, come spiega il sindaco, tutta un’area: “Attivare in maniera stabile, all’ingresso nord della città, il primo tassello di un possibile nuovo itinerario turistico-culturale, che comprende per ora oltre alle Mura e al Bastione, l’ex Convento degli Agostiniani, il Palazzo Giaconia, l’Obelisco, Porta Napoli, significa moltiplicare le opportunità di sviluppo e crescita economica legati alla valorizzazione dei nostri beni monumentali, assicurando una prospettiva positiva per i prossimi anni”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid nel Salento: incidenza di nuovi casi in chiara ascesa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento