rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
In via Palmieri / Centro / Via Giuseppe Palmieri

Nuova vita per l'ex Istituto Margherita: dismesso dal 2010, diventa struttura ricettiva

Aggiudicazione, per ora provvisoria, a una società abruzzese: l'immobile era completamente dismesso dal 2010. Altri due lotti, per uso residenziale, acquistati da un gruppo romano. Nelle casse del Comune poco più di 5 milioni di euro

LECCE – L’edificio in via Palmieri dove si sono formate diverse generazioni di leccesi, l'ex Istituto Margherita di Savoia, è stato venduto dal Comune. Costruito grazie alla donazione di un nobile leccese all'inizio del XVII secolo come opera pia, nel 1796 fu denominato Orfanotrofio San Francesco, ma nel 1887 la denominazione fu cambianta in Reale Orfanotrofio Marghetira di Savoia. Successivamente divenne una scuola comunale fino al 1997. Dopo questa data ne è stato utilizzato solo il piano terra per alcuni uffici pubblici, ma dal 2010 anche questa funzione è stata dismessa.

L’aggiudicazione, per ora provvisoria nelle more delle verifiche previste, comporta per Palazzo Carafa un introito complessivo di 5 milioni di euro e 135mila euro.  Tre sono i lotti che compongono il compendio immobiliare, per un'estensione totale di 5.600 metri quadrati con tre piani fuori terra e alcune porzioni interrate: quello di via Palmieri, con destinazione d’uso ricettiva, è stato aggiudicato a una società di Pescara. Gli altri due, in via Conservatorio San Leonardo e vico degli Alami, hanno destinazione residenziale e sono stati acquistati da una società romana.

Oltre all’utilità dal punto di vista economico, la vendita rappresenta un’occasione di rinascita per un immobile che sin dal 2010 era stato inserito nel Piano delle alienazioni senza però mai essere oggetto di offerta. Per quanto riguarda l'ex Istituto Margherita, gli acquirenti dovranno garantire spazi di fruizione culturale e collettiva. Il sindaco, Carlo Salvemini, ha accolto con soddisfazione la conclusione positiva dell'operazione: “Dopo l’ex caserma Cimarrusti che diventerà la prima residenza universitaria all’interno della città vecchia, grazie a un progetto della Regione Puglia e dell’Adisu finanziato con il Pnrr, anche il Margherita si avvia a una seconda vita nell’ottica della rigenerazione e della valorizzazione dell’esistente”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova vita per l'ex Istituto Margherita: dismesso dal 2010, diventa struttura ricettiva

LeccePrima è in caricamento