menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuova vita per il Quartiere Fieristico: polo per la formazione professionale

La giunta comunale di Galatina punta al rilancio della ex struttura fieristica destinata a trasformarsi in una “Industry Academy Multisettoriale”. Parte degli spazi destinati ad hub tecnologico e laboratori professionali

GALATINA - E’ tempo di ripensare alla nuova riabilitazione della vecchia sede del Quartiere Fieristico di Galatina per diversi anni location dei principali eventi e delle rassegne produttive del territorio regionale e non solo. Ora la ex sede della Fiera di Galatina si candida come sede per la riqualificazione e formazione professionale al servizio delle aziende manifatturiere e dei servizi per lo sviluppo integrato del comprensorio del Sud Salento.

E quanto già annunciato dall’amministrazione del sindaco Marcello Amante, che con una recente delibera di giunta ha approvato la proposta, ora sottoposa all’attenzione dell’Anpal (l’Agenzia nazionale per le politiche attive sul lavoro), affinché il Quartiere Fieristico divenga sede di una “Industry Academy Multisettoriale” che coniughi la formazione con la pratica e l’uso delle tecnologie, attraverso due ambienti virtuali, la fabbrica e l’azienda.

“La candidatura di Galatina e del Quartiere Fieristico nasce nell’ambito del sistema di relazioni dettate dall’accordo quadro sottoscritto tra l’amministrazione comunale ed Artis Puglia Sviluppo, consortile pubblico-privata finalizzata allo sviluppo, a partecipazione diffusa operante sotto la vigilanza del Ministero dello Sviluppo economico, a sua volta promotrice ed organismo statutario della Fondazione Its Regionale della Puglia per il Turismo Allargato” spiega il sindaco Marcello Amante, “il ruolo degli Itst, riconosciuto e valorizzato anche a livello governativo, permette di garantire un sistema di formazione e riqualificazione professionale di alto profilo. È bene ribadire che il potenziale utilizzo polifunzionale dell’area del quartiere fieristico è in linea con altre possibilità di riqualificazione che non escludono una interessenza di insediamenti ed azioni. L’impegno dell’Amministrazione Comunale è quello di garantire le migliori condizioni per il recupero di un bene immobile e di un’area” conclude il sindaco Amate, “che appartiene alla cultura sociale ed economica della comunità e che rappresenta per carico storico, per possibilità logistiche, per collocazione strategica, una occasione di sviluppo per l’intero Salento”.

In questo momento una delle possibilità di maggiore interesse è quella di destinare parte degli spazi quale hub tecnologico per incubare nuove imprese giovanili e quale stabile sede per lo sviluppo di laboratori del “saper fare” e di professionalità tecniche in campi di grande espansione nel prossimo decennio, quali la green economy, la transizione energetica, la digitalizzazione e la innovazione dei processi. Il progetto di riqualificazione e sviluppo vede interessati i settori della formazione professionale e delle attività economiche e punta sul “lavoro” come elemento etico ed economico per una reale ripartenza del sistema produttivo.

“Raccogliamo una reale esigenza di un territorio ampio con aziende operanti nei settori del manifatturiero e dei servizi, compresi quelli sanitari, delle produzioni agro-alimentari, del turismo, aziende che hanno bisogno di investire nel capitale umano, guardando alla formazione professionale sia come riqualificazione che formazione avanzata per i giovani” spiega l’assessore alle Attività produttive ed al turismo, Nico Mauro, che ha proposto l’iniziativa

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Auto e moto

    Cambio gomme invernali: date e normativa per il 2021

  • Cura della persona

    Manicure semipermanente fai da te senza l’uso della lampada

  • Cucina

    Cavolo verza stufato da preparare in primavera

  • Cucina

    Trippa alla pugliese, oggi pranziamo così

Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento