rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Sollecitati anche i sindaci

Strategie per fronteggiare le emergenze: focus in prefettura su protezione civile e incendi

Dopo l’allerta maremoto diramata lo scorso 6 febbraio a seguito dei gravi eventi sismici in Turchia e Siria, prefetto e Regione hanno fatto il punto con i vertici provinciali delle forze dell’ordine sulle strategie di prevenzione, pianificazione e gestione delle criticità in caso di eventi calamitosi

LECCE - Attività di coordinamento più capillare e nuove strategie interforze per fronteggiare le emergenze sul territorio salentino legare a maltempo, ripercussioni di eventi sismi o maremoti, insidie stradali ed incendi.

L’allerta maremoto diramata lo scorso 6 febbraio, a seguito dei gravi eventi sismici in Turchia e Siria, ha determinato l’esigenza di rafforzare le strategie di prevenzione, pianificazione e gestione delle emergenze, al fine di rendere più efficace la risposta del sistema di protezione civile su tutto il territorio regionale e locale.

Con questo obiettivo è stato convocato in mattinata, su richiesta del prefetto di Lecce, Luca Rotondi, un apposito tavolo di approfondimento, alla presenza dei rappresentanti del servizio di protezione civile della Regi e dei vertici provinciali delle forze dell'ordine, dei vigili del fuoco e della capitaneria di porto. In collegamento da remoto anche i referenti di tutte le altre componenti provinciali, a vario titolo coinvolte nella materia.

Nel corso dell’incontro, i rappresentanti della Regione Puglia hanno reso noto che si stanno mettendo a punto nuove modalità di comunicazione con le amministrazioni comunali in caso di emergenza, evidenziando la necessità che i sindaci comunichino tempestivamente i recapiti telefonici dei propri referenti, attivi h24, soprattutto nei casi allertamento per il rischio maremoto, che richiede più celeri tempistiche di intervento, con la necessaria informazione alla popolazione.

Gli enti locali sono stati inoltre sensibilizzati rispetto all’esigenza di curare il costante aggiornamento dei piani comunali di protezione civile, attraverso una approfondita attività di analisi di tutti i possibili fattori di rischio nei rispettivi territori.

In considerazione dell’approssimarsi della stagione estiva, è stato rivolto un focus specifico anche sull’emergenza incendi, che anche quest’anno vedrà coinvolti, sul piano di prevenzione e contrasto nell’ambito della campagna Anti Incendi Boschivi (Aib), i vigili del fuoco, con il potenziamento delle squadre sul territorio, nonché i carabinieri forestali per il rafforzamento dei servizi di controllo.

Il prefetto Rotondi ha ringraziato tutte le articolazioni del sistema provinciale di protezione civile per l’impegno da sempre profuso ai fini della mitigazione dei rischi sul territorio, auspicando una sempre maggiore collaborazione con le associazioni di volontariato, quali importanti sentinelle di ciascun territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strategie per fronteggiare le emergenze: focus in prefettura su protezione civile e incendi

LeccePrima è in caricamento