Megafono e controlli dei vigili: nove i denunciati. Vietata vendita ai mercatini

Le pattuglie della polizia locale hanno attraversato la città e le marine e controllato i parchi. Scattano denunce e il divieto agli ambulanti di frutta e verdura

LECCE - Ancora una giornata di controlli e di inviti pressanti delle pattuglie della polizia locale nel capoluogo per convincere i cittadini a rispettare le direttive imposte dai decreti governativi a tutela della salute pubblica per fronteggiare il possibile contagio del coronavirus. Anche oggi le auto dei vigili hanno attraversato in lungo e largo la città, i borghi e le marine, invitando, attraverso gli altoparlanti, ad uscite solo per motivi di lavoro, salute o necessità, muniti di autocertificazione come disposto dalle autorità.

Nel contempo sono proseguite le attività di verifica delle attività commerciali, artigianali e di ristorazione in merito all’obbligo di chiusura e del rispetto delle misure della distanza di almeno un metro e degli spostamenti. Nella mattinata sono state controllate 89 negozi e gli ambulanti dei "mercatini delle erbe” ai quali è stata definitivamente interdetta la vendita di frutta e verdura. Sono state 31 le persone in città e alle quali è stata richiesta l'autocertificazione per la motivazione allo spostamento e due i denunciati, un pedone e un automobilista, perché entrambi non sono stati in grado di giustificare la loro uscita “necessaria”.

Posti di blocco sono stati effettuati in viale Gallipoli, all’altezza della rotatoria tra via Carlo Leo e la provinciale Lecce-San Cataldo e in viale Aldo Moro. Su segnalazione di assembramenti sono stati effettuati sopralluoghi presso il campetto del parco Lavinia in via vecchia Carmiano, parco Balsano, parco Rugge, parco Madre Teresa di Calcutta, piazzale Siena e parco Don di Nanni, in zona Salesiani, tutti con esito negativo ad eccezione proprio di zona salesiani dove è stato denunciato un uomo che transitava in quella zona in sella alla sua bicicletta, ma che è risultato residente a Cavallino. Le tre denunce complessive di oggi si sommano alle sei della serata di ieri, tre delle quali a carico di una comitiva di tre ragazzi che dichiaravano di fare una passeggiata dopo aver acquistato le sigarette.

Sul versante dei servizi di assistenza ai cittadini i volontari della  protezione civile hanno ricevuto 56 chiamate complessive, di cui 24 per richieste di consegna di farmaci, 12 di generi alimentari e venti per informazioni. Il numero per l’assistenza è lo 0832/230049. Sempre oggi è stata effettuata la prima consegna, grazie al servizio attivato ieri e riservato all’assistenza della comunità locale di non udenti, che possono contattare la protezione civile attraverso messaggi sms, whatsapp e telegram, da inviare al numero 360/1055312, che riceve esclusivamente traffico dati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • La lite degenera: spunta pistola a salve, investito con violenza con l’auto

  • Favori in cambio di sesso, viagra e battute di caccia, chiesti 12 anni e mezzo per l’ex pm

  • Freddato a 22 anni con un colpo di pistola alla testa, inflitti due ergastoli

  • Ubriaca alla guida colpisce auto, poi si ribalta: illesa una 21enne

  • Da Martano originale campagna per uso della mascherina. Il sindaco: “Monito ai negazionisti”

Torna su
LeccePrima è in caricamento