menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuovi casi di Covid: triplicato il dato settimanale nel capoluogo salentino

Mentre in ambito provinciale la situazione è sostanzialmente stabile, per la città di Lecce sono 144 le diagnosi di infezione registrate nell'ultima settimana, mentre erano state 46 in quella precedente

LECCE - I casi di Covid 19 registrati nell’ultima settimana, riporta il consueto report della Asl di Lecce*, sono stati 626 su poco meno di 5mila casi testati, un valore più o meno allineato a quello della settimana precedente. In termini percentuali gli esiti positivi sono stati il 12,26 percento, contro l’11,83 del resoconto di venerdì scorso. Colpisce la quota di residenti a Lecce: sono 144 mentre la settimana precedente erano stati 46 (in quella ancora precedente, invece, 87).

I casi attuali di infezione sono 1.878 in provincia di Lecce: il calo di 118 unità rispetto al dato precedente, al netto dei nuovi positivi, si spiega con l’incremento del dato dei guariti, pari a 730 casi e, purtroppo, anche con i 15 decessi registrati: una donna nella fascia di età tra i 50 e i 69 anni; una donna e due uomini tra i 70 e i 79; quattro donne e tre uomini tra gli 80 e gli 89 anni; due donne e due uomini oltre i 90 anni.

I ricoveri registrati negli ultimi sette giorni sono stati 63, con un aumento rispetto ai due precedenti valori settimanali (44 e 56). È diminuito, tuttavia, il numero dei degenti (quello complessivo dei pazienti attualmente ricoverati), passato da 173 a 164. Le dimissioni, al netto dei decessi, sono infatti state poco meno di 60.

Nel reparto Anestesia e Rianimazione presso il “Vito Fazzi” ci sono 18 ricoverati (tre in più del dato precedente), 26 sono i degenti in Malattie Infettive (sette in meno) e 41 quelli del padiglione Dea, in Pneumologia (erano 44 una settimana addietro). Sostanzialmente stabile il dato per l’ospedale di Galatina, con 49 pazienti a fronte di 47 di una settimana addietro. Quattro ricoverati in più, infine, presso la lungodegenza del presidio ospedaliero di San Cesario di Lecce dove ora ci sono 34 degenti.

Per quanto riguarda la diffusione dei casi attuali dal punto di vista geografico, al di sopra della media provinciale che è di 2,4 per mille abitanti, ci sono Alessano (2,9); Alliste (4,2); Aradeo (3,1); Arnesano (5); Cannole (11,9); Carpignano Salentino (3,5); Casarano (3,4); Castrignano de’ Greci (6,5); Cavallino (2,6); Collepasso (6,2); Cutrofiano (4,7); Galatone (2,8); Lecce (2,5); Maglie (2,5); Matino (10,6); Melissano (5,3); Miggiano (4,4); Monteroni di Lecce (2,9); Montesano Salentino (3); Parabita (6,2); Poggiardo (4,5); Presicce-Acquarica (4,7); Racale (5); Ruffano (4,6); Salice Salentino (3,3); Sanarica (2,7); Spongano (3,6); Sternatia (4,1); Surano (7,5); Taurisano (5,1); Taviano (3,7). I comuni con zero casi sono Bagnolo del Salento, Martignano, Nociglia, Palmariggi, Patù.

Campagna vaccinale: somministrate 1.446 prime dosi e 3.694 seconde dosi. Al momento hanno completato il ciclo 13.534 cittadini mentre in 4.560 attendono il richiamo. Gli over 80 vaccinati sono stati 257, pari al 9 percento del totale. Dal 22 febbraio, con l’avvio della “fase 2” dedicata alla parte di popolazione più anziana questa quota dovrebbe rapidamente aumentare.

Scarica e consulta il Report Asl 12 febbraio

*Il report Asl è a cura di Fabrizio Quarta, direttore dell'Unità Operativa Complessa di Epidemiologia e Statistica, con la collaborazione di Angela Metallo e l'elaborazione dati di Carlo Indino. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento