Nuovo caso di Covid-19: dopo dieci giorni, un tampone positivo nel Salento

Oltre 1.300 i test a cui fa riferimento il bollettino regionale: a Lecce l'esito di infezione. Due i decessi registrati nelle strutture ospedaliere dove sono ancora in degenza 58 pazienti

LECCE - Dopo dieci giorni senza variazioni, in provincia di Lecce si registra un nuovo tampone positivo che porta il totale dei casi confermati di Covid-19 a 519 (520 secondo il bollettino regionale che, tuttavia, non ha ancora recepito la "pulizia" dei dati fatta da Asl Lecce la scorsa settimana). I test analizzati nei laboratori pugliesi  sono stati 1.378, per un totale di 148.627 dall'inizio dell'epidemia, mentre i singoli casi testati sono 97.877.

Il nuovo caso si riferisce alla città di Lecce, come lo stesso sindaco del capoluogo, Carlo Salvemini, ha spiegato dopo aver contattato il coordinatore epidemiologico della Regione Puglia: "Il professor Lopalco mi ha chiarito che si tratta di un concittadino paucisintomatico sin da marzo che - dopo periodo di quarantena domiciliare - è risultato ancora infetto dopo il controllo. È quella che si definisce 'coda' dell'epidemia e che quindi non deve indurci a sentimenti di paura o innescare rinnovate preoccupazioni. Questa cosa serve semmai a ricordarci che non dobbiamo abbassare la guardia ed essere sempre comunque prudenti". L'ultimo caso a Lecce era stato registrato il 2 maggio.

Due, invece, sono stati i decessi, nel Barese e nel Foggiano, per un dato complessivo di 534 decessi con diagnosi di infezione da nuovo coronavirus per un indice di letalità dell'11,8 percento (decessi su casi noti). L'80 percento delle vittime aveva almeno 80 anni. Rispetto al dato di ieri. sono sette in più i guariti, per un totale di 3.572 dall'inizio dell'epidemia. Decresce lentamente il numero dei casi ancora attivi: sono 410, otto in meno rispetto al bollettino precedente. I pazienti ricoverati sono 58, di cui sempre due in terapia intensiva. L'età mediana dei 4.516 casi confermati in Puglia dalla fine di febbraio - dei quali il 64,6  percento asintomatico - è di 56 anni: la classe di età maggiormente colpita è quella tra i 19 e i 50 anni, con il 39 percento del totale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Consulta il bollettino epidemiologico del 15 giugno

Informazione di servizio: da giovedì 18 giugno l'accesso al Pronto Soccorso del "Vito Fazzi" di Lecce avverrà dall'ingresso del Dipartimento di Emergenza e Accettazione. L'azienda sanitaria di Lecce ricorda anche, in ragione dell'ordinanza che dal 3 giugno impone l'obbligo di registrazione e di tracciamento dei luoghi visitati a chi rientra o arriva nella regione, che coloro che risultano residenti in Puglia devono compilare e inviare il modulo (disponibile sul sito della Regione) al proprio medico curante, mentre coloro che risiedono altrove devono inviarlo al Servizio di Igiene e Sanità Pubblica all'indirizzo protocollo.sispnord@ausl.le.it (telefono 0832.215318).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "La moneta da 1 euro non c'è più nel carrello". E lui chiama la polizia

  • Infezione da Covid-19: sono 56 i casi positivi nel Salento, 6 a Lecce

  • Nessuno stupro a Gallipoli: falso allarme, i due appartati prima del collasso

  • Cade dagli scogli in un punto impervio, ferito recuperato con l'elicottero

  • Covid, quattro casi e un decesso nel Leccese. Movida: controlli straordinari

  • Tragedia in ospedale: si lancia dal quarto piano, muore donna 73enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento