rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Attualità

Uil Lecce, cambio al vertice del sindacato: Fioretti subentra a Salvatore Giannetto

Il 44enne di Lequile, già portavoce della sezione Agroalimentare dell’organizzazione, è il nuovo coordinatore provinciale. Il segretario uscente: “Lascio una squadra forte”

LECCE – Cambio al vertice della Uil di Lecce: Salvatore Giannetto lascia la guida del Sindacato dopo trent’anni e propone Mauro Fioretti, attuale segretario della Uila (Agroalimentari), per l’incarico di coordinatore provinciale dell’organizzazione. A votare la candidatura di Fioretti sono stati i 90 delegati del 18esimo congresso territoriale Uil del capoluogo salentino che si è svolto alla presenza del segretario confederale della Uil nazionale Domenico Proietti e del segretario generale Uil Puglia, Franco Busto. A seguito della riforma organizzativa del sindacato, l’elezione del futuro coordinatore Mauro Fioretti avverrà nel corso dello svolgimento del quinto Congresso regionale della Uil Puglia in programma il 28 e 29 luglio a Bari. Fioretti, 44 anni, originario di Lequile, dal 2010 è segretario generale della Uila, categoria che rappresenta i lavoratori del settore Agroalimentare ed è anche componente della segreteria regionale di Uila Puglia. Inizia a collaborare con il sindacato all’età di 27 anni e dal 2014.

“È un incarico che mi onora – ha dichiarato Fioretti - e al contempo mi rende consapevole della grande responsabilità e del lavoro che ci aspetta. Raccolgo un'eredità importante e solida, costruita con sacrificio e passione in questi trent’anni da Salvatore Giannetto, che ringrazio per la fiducia e il sostegno nei miei confronti. Rappresentare l’intero sindacato sul territorio in un momento storico così delicato e complesso per via della pandemia e della drammatica guerra in corso nel cuore dell’Europa, è una sfida certamente non semplice, che affronterò col massimo impegno. Il nostro territorio vive di luci e ombre, di grandissime opportunità colte solo in parte, per l’estrema difficoltà a dialogare e fare sistema. Prioritario è riportare il lavoro e la sicurezza al centro dell’agenda politica, contrastare la precarietà dilagante e il gap occupazionale di genere. Se vogliamo una crescita reale del nostro territorio, dobbiamo avere come obiettivo la qualità dei servizi ma anche quella del lavoro che si crea, qualità in termini di sicurezza, formazione, diritti, tutele e retribuzioni. Per la UIL sono questi i punti fermi su cui lavorare, tutti insieme e in un’ottica di sistema, per uno sviluppo reale e duraturo del territorio”.02-13-7

Grande l’emozione anche per il segretario uscente Giannetto. “Per me oggi si chiude un percorso iniziato con passione ben 30 anni fa – ha detto – e non posso che esprimere orgoglio e soddisfazione per ciò che insieme abbiamo potuto realizzare, affermandoci come sindacato e lavorando sodo per dare il massimo con i nostri servizi, stando sempre al fianco dei lavoratori e delle lavoratrici. Sono felice per quanto ho potuto realizzare e so che lascio una squadra forte, apprezzata anche dai colleghi delle altre confederazioni e dal territorio tutto. A conclusione del processo di regionalizzazione in atto, la UIL di Lecce avrà il suo coordinatore che svolgerà il suo mandato interagendo con le categorie. La mia lunga esperienza mi porta a dire che occorrerà continuare a curare il territorio, senza trascurare le tante ‘antenne’ oggi diffuse a livello provinciale. Chi verrà dopo di me – ha concluso - potrà contare comunque sul mio disinteressato sostegno e aiuto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uil Lecce, cambio al vertice del sindacato: Fioretti subentra a Salvatore Giannetto

LeccePrima è in caricamento