Nuovo murale sulle case popolari in zona Stadio. In arrivo due artisti olandesi

Il laboratorio di arte urbana "167 B Street" si è aggiudicato un bando promosso dall'ambasciata e dal consolato del regno dei Paesi Bassi

Uno dei precedenti interventi artistici in zona Stadio.

LECCE – Dal 14 al 21 agosto gli artisti olandesi Karski e Beyond realizzeranno un murale in via Ragusa nell’ambito del progetto “ARTogheter” con cui il laboratorio d’arte urbana “167 B Street” si è aggiudicato un bando promosso dall’ambasciata del regno dei Paesi Bassi e dal consolato generale olandese di Milano.

Il murale sarà incentrato sul tema “Casa e sicurezza”, con la raffigurazione di due colorati uccelli, simbolo di comunità e di capacità di prendersi cura l’uno dell’altro. Tra i partner dell’iniziativa figurano il Comune di Lecce, Arca Sud Salento e la parrocchia di San Giovanni Battista di don Gerardo Ippolito che da tempo favorisce interventi di questo tipo nel quartiere Stadio, divenuto una sorta di museo di arte urbana.

Nel 2017, infatti, l’associazione “167 B Street” ha lanciato il progetto “167 Art Poject”: una iniziativa dal basso, sposata dalla comunità parrocchiale, che ha portato alla realizzazione di otto murali di grandi dimensioni sulle facciate di case di edilizia popolare. Le firme sono quelle di alcuni dei principali artisti del panorama internazionale: Mantra (Francia), Artez (Serbia),Sabotoje Al Montaje (Spagna), Dimitris Taxis (Grecia), Millo (Italia), Bifido e Julieta XLF (Spagna)

“Noi crediamo che l’arte sia in grado di insinuarsi nel lato più profondo delle persone – ha commentato Ania Kitlas di 167Bstreet -. Dopo aver vissuto questi mesi di paure e incertezza, siamo ancora più coscienti di quanto l’arte sia protagonista dei processi di cambiamento che ci circondano. Arte come coscienza attiva contro l’indifferenza”.

“La street art è immaginazione, poesia, colore – ha dichiara l'assessora alle Politiche Urbanistiche e Rigenerazione Urbana Rita Miglietta –. Lecce ha la fortuna di poter contare su artisti che con le loro opere sono riusciti a introdurre nel quartiere San Giovanni Battista storie e immagini che stanno contribuendo a rigenerare l'immaginario del quartiere”.

Silvia Miglietta, che in giunta comunale ha la delega al Welfare, ha fatto eco alla collega: “Il quartiere Stadio è vivo e brulicante di vita, e l'amministrazione comunale ha investito in progetti di rigenerazione sociale, con la fondamentale collaborazione della parrocchia, che sfidano solitudine e marginalità. Siamo felici di essere al fianco di 167 B street in questo progetto e nei prossimi che verranno”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

  • Coronavirus “sensibile” ai fattori ambientali: studio di un fisico su temperatura ed escursioni termiche

Torna su
LeccePrima è in caricamento