Oltre 11 mila test, indice di positività al 13,2%. “Virus circola ancora con intensità”

L’assessore alla Sanità Lopalco chiarisce l’entità dei dati odierni con il recupero di attività di sorveglianza. Registrati 23 decessi. Mini focolaio ad Alessano. Nel pomeriggio scaricati i vaccini al policlinico di Bari

L'arrivo dei vaccini in Puglia.

LECCE - Mentre vengono consegnate in queste ore alla farmacia del policlinico di Bari le dosi dei vaccini anti Covid della Pfizer (un tir della Dhl, scortato dalla polizia municipale del capoluogo, ha raggiunto nel primo pomeriggio l'ospedale) risale il tasso di positività odierno tra i tamponi effettuati e i casi registrati che passa al 13,2 per cento su una soglia di oltre 11 mila test. E si contano altre 23 vittime.

Il quadro odierno viene comunque spiegato dall’assessore regionale alla Sanità Pier Luigi Lopalco: “L’elevato numero di casi registrati in data odierna è certamente legato al recupero della attività di sorveglianza dopo la pausa natalizia. Si riferisce infatti ad oltre 11 mila tamponi eseguiti. È comunque un segnale di allerta che conferma una circolazione virale ancora intensa nella regione, che impone un livello di massima prudenza e attenzione”.

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento promozione della Salute, Vito Montanaro, nel bollettino giornaliero ha comunicato che in Puglia sono stati registrati 11.121 test per l'infezione da Covid-19 e sono stati registrati 1.470 casi positivi. I casi di positività registrati in provincia di Lecce sono oggi 148 a fronte dei 59 inseriti ieri nel database generale.     

Sono invece 582 i casi registrati nella provincia di Bari, 38 nella provincia di Brindisi, 256 nella provincia di Foggia, 188 nella provincia della Bat e 248 nella provincia di Taranto. Cinque i residenti fuori regione e sempre cinque casi di residenza non ancora nota. Il numero delle persone purtroppo decedute, secondo quanto riportato dal bollettino regionale odierno, è stato di 23 (ieri era stati 34). Di questi quatto nella provincia di Lecce tra cui un anziano di 79anni originario di Gallipoli, una donna di Trepuzzi, e un uomo di Alessano, con altre patologie pregresse, tutti ricoverati al Dea del Vito Fazzi di Lecce e che hanno avuto complicanze accentuate dall’0ingezione da coronavirus risultate poi letali. Altre otto vittime sono riconducibili alla provincia di Bari, sei nella provincia della Bat, due in provincia di Brindisi, uno in provincia di Foggia e due in provincia di Taranto.

10-8-11

Nelle ultime si continua ad attenzionare l’incremento dei contagi nel comune di Alessano, con almeno quindici nuovi casi al vaglio degli accertamenti e del tracciamento a cura del servizio sanitario territoriale. Dalle indagini epidemiologiche è emerso come alcuni residenti si sono recati in abitazioni private in assenza delle valide motivazioni previste e hanno favorito occasioni di incontro, esponendo così molte persone al rischio del contagio. “La situazione è in evoluzione” conferma il sindaco Francesca Torsello, “al momento i dati ufficiali riportano undici contagi accertati e ventiquattro quarantene, ma ci sono diverse positività ancora da confermare. Purtroppo la situazione generale e le probabili catene di contagio destano non poca preoccupazione e ieri si è anche reso necessario un ricovero presso il Dea di Lecce”. Un nuovo caso di rientro dall’estero, risultato poi positivo, ha fatto scattare il tracciamento anche a Carmiano così come a Lecce, isolamento preventivo e fiduciario dopo alcune positività segnalate in un farmacia del centro. 

Il numero dei guariti sul territorio regionale è di 34.112 secondo i dati riportati oggi dal bollettino, altri 1.540 in più rispetto al dato di ieri. In rapporto tra guariti e anche dei decessi scende lievemente il dato relativo agli attuali positivi che oggi conta 52.740 casi attivi. In isolamento domiciliare ci sono 51.115 persone, quasi il 97 per cento dei contagiati.

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati complessivamente 1.033.478 test per accertare la positività o meno al coronavirus. I pazienti ricoverati nei reparti dedicati sono ad oggi 1.625 (il 2,8 per cento), ventitré in più rispetto a ieri. Di questi i ricoverati in terapia intensiva sono ora 128, con 11 nuovi ingressi odierni. Il totale dei decessi sale a 2.451. Dall’inizio della pandemia ad oggi il totale dei casi positivi di covid in Puglia è stato di 89.303.

Arrivati anche a Lecce e Tricase i nuovi vaccini

Consegna 2-2Le dosi dei vaccini destinati alla Puglia e annunciate ieri sono state già messi nelle celle frigo della farmacia del policlinico di Bari, a -80 gradi, mentre le altre scorte sono in arrivo nelle altre province della Puglia. Complessivamente le dosi sono 30.420 destinata alla Puglia in questo primo carico. Dopo essere atterrate a Roma Ciampino in mattinata, sono arrivate via terra, trasportate da un tir scortato dalle forze dell'ordine. 

Nel pomeriggio di oggi, anche nell'Asl di Lecce sono arrivate le nuove dosi di vaccino anti Covid. Le fiale sono giunte nella farmacia del "Vito Fazzi" e nel "Panico" di Tricase per cui da domani, come previsto dalla fase 1, proseguirà la vaccinazione di operatori sanitari e di ospiti delle Rsa avviata il 27 dicembre. Si incomincia con il "Dea Vito Fazzi" e il "Panico" di Tricase, a seguire l'ospedale di Galatina, le altre strutture ospedaliere, i Distretti e le Rsa.

Qui il bollettino epidemiologico del 30 Dicembre

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Viavai sospetto intorno a casa, blitz dei carabinieri: trovati droga e soldi

  • Coppia massacrata in casa, il giovane assassino reo confesso chiede l’abbreviato

  • Muore colto da infarto davanti alla scuola: attendeva la nipotina

  • Benzina e fuoco nell’autolavaggio: ma l'hard disk delle videocamere "sopravvive" alle fiamme

  • Curva stabile, quasi 1500 positivi. Casarano e Alessano scuole solo in Ddi

  • Non si fermano all’alt, schianto sul guardrail: in auto la targa rubata a un finanziere

Torna su
LeccePrima è in caricamento