Oltre 80 nuovi contagi in Puglia. A Salice tre positivi, chiuso il Comune

Sono 81 i nuovi casi di contagio registrati in tutta la regione e 4 nella provincia di Lecce. Confermata la positività di due dipendenti e un amministratore a Salice Salentino e il sindaco chiude il Comune sino al 25 settembre. Un decesso in provincia di Taranto

LECCE - Sono oltre ottanta i nuovi contagi da coronavirus (31 in più rispetto a ieri) in Puglia registrati dal bollettino epidemiologico regionale di inizio settimana di cui quattro attribuiti alla  provincia di Lecce e in aumento anche rispetto ai 50 casi complessivi registrati nella giornata di ieri. Questo ultimo dato ha fatto schizzare il numero degli attuali soggetti contagiati sull’intero territorio regionale oltre le 2mila e 100 unità. Il numero dei tamponi processati sono stati poco più della metà rispetta a quelli dell’ultimo fine settimana e precisamente 1.895.

In concomitanza con il rendiconto regionale è giunta conferma anche da parte della prefettura e dell’autorità sanitaria di tre casi di positività acclarata per due dipendenti e un amministratore del Comune di Salice Salentino. Già scattate tutte le misure come da protocollo sanitario con personale posto in quarantena domiciliare, sanificazione degli ambienti e la chiusura di uffici e servizi al pubblico sino al 25 settembre prossimo a cui si addossano le giornate di sabato e domenica. La notizia è stata confermata anche dal sindaco Tonino Rosato, che poco fa ha comunicato e tranquillizzato la cittadinanza.

“A seguito di segnalazione pervenuta di un dipendente comunale risultato positivo a covid 19, nella giornata di sabato, in accordo con il direttore del Servizio di igiene e sanità pubblica Area Nord e informando della circostanza anche il prefetto, ho disposto, a tutti i dipendenti in servizio e all’apparato politico di sottoporsi a tampone presso il presidio Asl - ha spiegato il primo cittadino in un post -. Vista la nota dell’Asl pervenuta al protocollo generale dell’ente con la quale viene comunicato l’esito di tali indagini e in particolare la positività di ulteriori due persone e in attesa della profilassi disposta a ciascuno dei soggetti positivi dall’Asl, si è disposta la sanificazione e disinfezione di tutti gli ambienti del palazzo municipale e la chiusura degli uffici al pubblico fino a tutto il 25 settembre. Ho atteso qualche giorno, prima di comunicare lo stato delle cose - ha proseguito Rosato - per prudenza, responsabilità e per opportunità. E per trasferire notizie certe e ufficiali. L’Asl, si sta occupando dei casi e dei possibili contatti che ciascuno degli interessati ha dichiarato di avere”.

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento promozione della salute, Vito Montanaro, ha quindi comunicato che oggi sono stati registrati 1.895 test per l'infezione da Covid-19 e sono 81 i casi risultati positivi in tutto il territorio regionale. Di questi 4 sono riconducibili alla provincia di Lecce, rispetto ai sei registrati ieri. Sono invece 37 i casi registrati nella provincia di Bari, 14 nella Bat, 25 nella provincia di Foggia e 1 nella provincia di Taranto. Si registra un decesso in provincia di Taranto.

Le nuove positività registrate nella residenza per anziani di Foggia sono 20 come specificato dal direttore della Asl dauna, Vito Piazzolla. Si tratta di 16 ospiti e 4 operatori. Per due ospiti si è reso necessario il ricovero in ospedale Tutte le operazioni di messa in sicurezza della struttura sono seguite dal dipartimento di prevenzione. Mentre il monitoraggio degli ospiti della rssa è assicurato dal servizio di igiene che verifica costantemente lo stato di salute sia delle persone positive che dei restanti ospiti, operatori e volontari.

Il bollettino epidemiologico registra oggi 37 casi in provincia di Bari, di cui 26 sono emersi dalla indagine di sorveglianza ancora in corso all’interno della rsa “Oasi Santa Fara” del capoluogo che ospita 39 pazienti e 28 operatori. I soggetti risultati positivi, 20 ospiti e 6 operatori, sono tutti in isolamento. Sono per la maggior parte asintomatici e paucisintomatici. Proseguono in queste ore le procedure di contenimento dei contagi all’interno della struttura.

In Puglia il numero delle persone guarite è di 4.306 secondo i dati riportati oggi dal bollettino, diciannove in più rispetto al dato di ieri. I casi attualmente attivi risalgono quindi e sono ad oggi in tutta la Puglia 2.189. I pugliesi in isolamento domiciliare sono 1.977. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati complessivamente 376.960 test per accertare la positività o meno dei possibili contagiati. I pazienti ricoverati nei reparti dedicati sono scesi di due unità e sono 212. 

Qui il bollettino epidemiologico del 21 Settembre

Il totale dei casi positivi in Puglia, dall’inizio della fase emergenziale, e aggiornato con il dato degli ultimi due giorni, si attesa su 7.075 complessivi così suddivisi: 2.746 nella provincia di Bari; 580 nella provincia della Bat; 758 nella provincia di Brindisi; 1.682 nella provincia di Foggia; 759 nella provincia di Lecce; 496 nella Provincia di Taranto. Sono 53 i casi attribuiti a residenti fuori regione. Il totale dei decessi sale a 580.     

Postazione tamponi da Lecce a San Cesario

Da domani, martedì 22 settembre, la postazione mobile per l’esecuzione del tampone per chi rientra da Croazia, Grecia, Malta, Spagna e Sardegna, già attiva presso la Cittadella della Salute di via Miglietta, verrà trasferita presso l’ex ospedale “Galateo” di San Cesario in via Croce Lecce. Gli orari di accesso restano invariati: il servizio è attivo tutti i giorni dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20.

L’altra postazione dove poter effettuare il tampone direttamente a bordo della propri autovettura è quella già operativa presso l’ospedale “ Cardinale Panico” di Tricase, nei locali limitrofi al pre-triage, in prossimità della portineria e ingresso principale. Il servizio è attivo tutti i giorni dalle 8 alle 19.30. Le due postazioni sono destinate esclusivamente alle persone che rientrano da Croazia, Grecia, Malta, Spagna e Sardegna.

Da non dimenticare: tutti coloro che arrivano o rientrano in Puglia devono compilare il modulo di autosegnalazione dal sito della Regione Puglia https://www.sanita.puglia.it/autosegnalazione-coronavirus e inviarlo, se soggiornano in provincia di Lecce, a protocollo.sispnord@ausl.le.it

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Chi arriva da Croazia, Grecia, Malta, Spagna e Sardegna deve: compilare il modulo e inviarlo, in caso di soggiorno in provincia di Lecce, a protocollo.sispnord@ausl.le.it, stampare una copia del modulo e recarsi, non prima di 72 ore dall’arrivo in Puglia (termine utile per avere il massimo valore predittivo) direttamente con una copia del modulo, in una delle due postazioni di San Cesario o Tricase.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, aumentano i tamponi. Sono 611 i nuovi positivi e quindici i contagi nel Leccese

  • Dpcm, la protesta nasce pacifica in centro. Ma poi partono gli scontri

  • Virus, stabile l’andamento del contagio. Picco di 43 casi nel Salento

  • Il virus avanza in Puglia, Lopalco: “Si delinea uno scenario preoccupante”

  • La ministra dell'Istruzione boccia Emiliano: "La Puglia riapra le scuole"

  • Impatto micidiale, sette coinvolti: ragazza in codice rosso per dinamica

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento