menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Oltre mille visiere prodotte e distribuite dalla protezione civile di Aradeo

Nel comune salentino, dove è guarito anche il paziente 1, avviata la campagna di distribuzione degli ausili protettivi per operatori sanitari e forze dell’ordine. Consegne anche a Milano e Pavia. Servono ora donazioni per le materie prime

ARADEO - Non solo il sostegno alle attività di monitoraggio e controllo del territorio e il supporto alle iniziative di solidarietà sociale promosse dal Comune, ma ormai fin dall’avvio dell’emergenza Covid-19 (e dopo il primo caso del paziente 1 rilevato nel paese e poi guarito) la protezione civile di Aradeo è uno dei sodalizi impegnati nella raccolta e distribuzione anche dei dispositivi di protezione individuale per il personale sanitario e delle forze dell’ordine in prima linea nella lotta alla pandemia.

Oltre alla fornitura delle introvabili mascherine i volontari della sede operativa di via Scalfo, da diversi giorni, sono costantemente impegnati a confezionare personalmente e a consegnare anche diverse visiere protettive che sono state prodotte grazie alla fattiva collaborazione di un artigiano aradeino, Fabrizio Arcuti, e di diverse associazioni e anche aziende private e volontari che stanno continuando nella loro opera a sostegno della comunità salentina. Al momento sono oltre 1200 le visiere prodotte e dispensate in vari presidi ospedalieri della provincia di Lecce e in tanti i medici e infermieri che continuano a farne richiesta diretta presso la sede della protezione civile di Aradeo, coordinata da Franco Mighali.

Le ultime consegne hanno riguardato la fornitura per alcuni reparti, tra cui chirurgia generale, dell’ospedale "Ferrari" di Casarano, ma ancora prima gli ausili plastificati sono stati donati al blocco operativo del Vito Fazzi, al pronto soccorso e al personale degli ospedali di Galatina e Gallipoli, alle postazioni 118 di Copertino e Nardò, e anche alle forze di polizia del commissariato di Galatina, alla guardia medica e alla polizia locale di Aradeo e Campi Salentina. Non solo visto che alcune consegne si sono rese necessarie anche fuori regione, e tra queste quelle presso gli ospedali di Milano e le 150 visiere fatte pervenire alla casa circondariale di Pavia. In corso d’opera si è riusciti a perfezionare non solo l’estetica, ma anche gli aspetti legati alla respirazione rendendo le visiere artigianali un vero e proprio prototipo da sottoporre, magari in futuro, anche alla valutazione del comitato tecnico scientifico dello Spallanzani di Roma per l’adozione e l’eventuale omologazione dei dispositivo made in Salento.

“Riteniamo sia nostro dovere, in segno di gratitudine, ringraziare chi ci sta sostenendo per continuare ad operare in tutte le azioni quotidiane necessarie in quest'emergenza e nel progetto di realizzazione delle visiere protettive” spiega il presidente Franco Mighali, “grazie alla collaborazione tra Faberarte, la protezione civile Aradeo e il Comune, stanno producendo queste visiere protettive molto apprezzate e richieste che vengono donate principalmente a tutti quegli operatori che necessitano di maggiore protezione. La nostra intenzione è di continuare in questa opera per tutta la durata dell’emergenza, ma ora il problema che sta sorgendo è quello di reperire le materie prime per continuare nella produzione e per questo confidiamo nelle donazioni a sostegno del volontariato di cui c’è notevole bisogno”.

Per sostenere l’iniziativa solidale per la realizzazione delle visiere protettive è stata infatti lanciata anche una campagna per le donazioni specifiche con l’attivazione di un iban (coordinate reperibili sul profilo facebook della protezione civile di Aradeo e sul sito del Comune) dove far confluire i contributi economici con la causale: costruzione visiere protettive.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Salento da zona gialla: 81 nuovi casi ogni 100mila abitanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento