menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il noto mercato leccese.

Il noto mercato leccese.

Altri tre positivi e asintomatici: mercato di Settelacquare chiude per 15 giorni

L’ordinanza è stata emessa questa mattina dal sindaco di Lecce, Carlo Salvemini, a seguito dell’esito dei tamponi molecolari. Lunedì i commercianti potranno ritirare la merce deperibile

LECCE – Tre positivi al Covid-19: l’area mercatale di Settelacquare chiude i battenti per i prossimi 15 giorni. La decisione è giunta questa mattina, tramite un’ordinanza del sindaco di Lecce, Carlo Salvemini, che ha emesso il provvedimento fino al prossimo 15 novembre. Una misura che rientra nelle competenze cittadine, come previsto dall’articolo 50 del Tuel, il testo unico degli enti locali.

L’ordinanza delle ultime ore è stata disposta alla luce del secondo screening di controllo eseguito dal Dipartimento di Igiene e salute pubblica della Asl del capoluogo salentino. Dall’esame infatti, effettuato tramite tampone molecolare, sono emersi tre operatori positivi e asintomatici. L’amministrazione comunale sta provvedendo a comunicare ai vari operatori commerciali la possibilità di ritirare la propria merce deperibile nella giornata di lunedì, 2 novembre.

“Per ragioni di tutela della salute pubblica - in ragione di quello che si considera un possibile focolaio di infezione - ai sensi dell'articolo 50 del Tuel ho quindi dovuto disporre la chiusura della struttura. Una decisione delicata e sofferta ma inevitabile – dichiara il sindaco di Lecce, Carlo Salvemini – sono giornate complicate che impongono provvedimenti difficili. Non sfuggirà a nessuno che tutelare la salute di chi lavora e frequenta il mercato si accompagna alla forzata sospensione delle attività economiche, che impattano sulla vita delle famiglie. A tutti loro va in questo momento il nostro pensiero di solidale vicinanza. L'augurio di tutti è naturalmente quello di poter riaprire appena avremo il via libera dalla Asl”, scrive in una nota il primo cittadino.

Già nei giorni scorsi l’Azienda sanitaria locale aveva eseguito una serie di tamponi, per un tracciamento di casi positivi fra i commercianti e gli operatori dell’area mercatale. Il rischio epidemiologico era piuttosto alto, dopo la scoperta del contagio di un addetto al servizio di apertura e chiusura del mercato coperto. Ai test ai quali sono stati sottoposti colleghi e famigliari, sono poi seguiti i tamponi a tutti i commercianti. L’eventualità della sospensione del servizio mercatale era stata già preannunciata dal sindaco, nel caso si fosse presentato un quadro ritenuto emergenziale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento