menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ossigenazione del Dea e ospedale di Casarano, nodi cruciali in commissione Sanità

Il consigliere Gabellone ha richiesto la convocazione e l’audizione nella terza commissione regionale per affrontare le problematiche nei presidi ospedalieri. In agenda anche fondi e convenzioni per l’autismo

LECCE - I nodi caldi e intrecciati della sanità salentina pronti ad essere discussi nella commissione regionale Sanità. E l’audizione si focalizzerà sulle questioni dibattute negli ultimi tempi e che riguardano la questione dell’ossigenazione al Dea di Lecce, la mancanza di anestesisti che di fatto blocca le attività operatorie nell’ospedale di Casarano e la ripartizione dei fondi regionali per l’autismo.

E’ stato il consigliere regionale salentino Antonio Gabellone, a chiedere, con tre distinte note, la convocazione della terza commissione “Sanità” per affrontare le questioni accennate e per richiedere l’audizione urgente anche del presidente, Michele Emiliano, dell’assessore Pierluigi Lopalco, del direttore delle politiche sanitarie, Vito Montanaro, del direttore generale della Asl di Lecce, Rodolfo Rollo e del direttore medico Gabriella Cretì.

“La  questione relativa al collegamento per l’ossigenazione al Dea con l’ospedale  Fazzi  di Lecce” evidenzia Gabellone nella richiesta di convocazione, “oltre ad aver già in passato interessato il dibattito politico, recentemente  ha assunto anche risvolti penali. Un collegamento, autorizzato in via provvisoria ed emergenziale, che andrebbe rimosso, come peraltro accertato anche dal consulente della stessa Asl, per procedere all’attivazione delle centrali di stoccaggio-riproduzione a servizio del Dea, realizzate nel pieno rispetto della normativa tecnica”.

Per questo Gabellone intende ricevere in commissione “ogni e più ampia informazione rispetto alla situazione e sapere come si intende accelerare l’iter per avviare l’ammodernamento della rete di ossigenazione in un periodo estremamente critico”.

Per quanto riguarda l’ospedale “Ferrari” di Casarano il consigliere di Fdi  si è detto preoccupato per “una situazione a dir poco drammatica stante il blocco degli interventi chirurgici per mancanza di anestesisti. Una situazione che sta mettendo a repentaglio la salute dei cittadini non solo di Casarano” spiega Gabellone, “ma in generale del Sud Salento.”  In Commissione si vedrà di capire come si è giunti a tale situazione critica e soprattutto come si intenderà “porvi rimedio a quanto oggi sta compromettendo il diritto alla salute dei cittadini”.

Nell’agenda dei lavori della commissione Sanità il consigliere ha chiesto di porre all’attenzione anche il problema sensibile del Fondo regionale per l’autismo, l’erogazione delle convenzioni ed il ritardo nei pagamenti dei buoni di conciliazione. “Numerose famiglie  che vivono il dramma dei disturbi dello spettro autistico sono in ansia perché la Regione Puglia è in ritardo con il Fondo regionale per l’autismo” spiega Gabellone, “e ha bloccato l’erogazione delle convenzioni. Allo stato, per quanto riguarda la realtà locale, risulta che la convenzione sottoscritta tra la Asl di Lecce e i centri ambulatoriali per l’autismo Amici di Nico-Onlus e il Cat di Lecce, con cui si consente di accedere ad interventi specialistici ai bambini in età molto precoce, molti dei quali al di sotto dei 5 anni di età, è scaduta dal 31 dicembre scorso e non è stata rinnovata”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Stanchezza in primavera, ecco perché

  • Sicurezza

    Come utilizzare l’aceto per le pulizie di casa

  • Cucina

    Melanzane marinate all’aceto, fresche e veloci

Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento