rotate-mobile
Attualità Parabita

Muore al Dea di Lecce durante il ricovero, 72enne non si era ancora vaccinato

L'annuncio del decesso di un imprenditore in pensione dal sindaco di Parabita. Aveva contratto il virus a novembre, in forma molto aggressiva, durante una cena con diversi amici

PARABITA – Un imprenditore in pensione di Parabita, di 72 anni, è deceduto nelle scorse ore al Dea di Lecce, dov’era ricoverato a causa del Covid-19. Aveva contratto l’infezione in forma particolarmente aggressiva. E il virus non gli ha lasciato scampo. “Leonardo non ce l’ha fatta ad avere la meglio sul Covid-19”, ha scritto il sindaco di Parabita, Stefano Prete, sulla sua pagina Facebook, rendendo pubblica la tragedia che ha colpito una famiglia della sua comunità, dopo aver appreso del decesso.

“Purtroppo – ha aggiunto il primo cittadino -, le sue condizioni si sono presentate gravi sin dal primo momento. Questa notizia ci rattrista profondamente e ci porta con il cuore vicino ai suoi famigliari. Ricordiamo sempre che, contro questa brutta pandemia – ha concluso Prete -, le uniche armi a nostra disposizione per vivere una vita normale sono la forza protettiva del vaccino ed il rispetto delle misure anti Covid-19”.

Il vaccino non è qui citato casualmente. L’uomo, in passato titolare di un piccolo calzaturificio e molto conosciuto nella sua comunità, effettivamente non si era sottoposto alla protezione. Un appuntamento rimandato nel tempo, però, a quanto sembra, non per contrarietà in sé al siero. Nella sua famiglia (moglie e tre figli) tutti si sono sottoposti al vaccino e solo uno di loro risulta al momento positivo, ma in quarantena fiduciaria, nella propria abitazione. Di fatto, asintomatico.

Il Covid-19, in questo caso, non ha colpito solo il povero 72enne. Si presume che il contagio sia avvenuto nel corso di una cena, svoltasi a novembre, tanto che altri tre suoi conoscenti che vi avevano partecipato, anche loro non vaccinati, risultano positivi. A Parabita, ha spiegato ancora il sindaco, nella conclusione del suo post, “gli attuali positivi sono 22 e interessano in tutto nove famiglie. Gli stessi hanno sintomi non gravi e, in alcuni casi, sintomi inesistenti”.

Nota: nel bollettino epidemiologico regionale odierno non risultano decessi, perché, come sempre, saranno registrati in un secondo momento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muore al Dea di Lecce durante il ricovero, 72enne non si era ancora vaccinato

LeccePrima è in caricamento