Sabato, 20 Luglio 2024
In attesa delle autorizzazioni della Regione / Otranto

Parcheggi estivi, emendamento in commissione bilancio del Senato “accelera” le aperture

La novità transitoria valutata questa mattina durante i lavori romani. Accolta la richiesta promossa da Fratelli d’Italia: opere di edilizia libera da rimuovere entro 180 giorni e da escludere dalle valutazioni ambientali. Il sindaco di Otranto: “Soluzione decisiva”

OTRANTO – Una nuova mano tesa per risolvere il nodo dei parcheggi stagionali estivi in attesa del completamento delle lungaggini burocratiche legate ai piani della mobilità in area parco e delle procedure di Vinca e Paur già avviate da molti dei Comuni costieri, arriva oggi dai lavori della Commissione Bilancio del Senato.

Questa mattina infatti, all’interno del disegno di legge di conversione del decreto del 7 maggio 2024, proposto dal ministro Raffaele Fitto in merito alle disposizioni urgenti in materia di Coesione, la Commissione Bilancio ha approvato un emendamento, a prima firma del senatore Guido Liris del gruppo di Fratelli d’Italia, con il quale si dispone che nelle more dell'approvazione dei Piani urbani della mobilità sostenibile o degli strumenti di pianificazione dell'accessibilità dei parchi nazionali e regionali, le opere necessarie alla realizzazione di parcheggi temporanei ad uso pubblico fino a 500 posti, per ciascun parcheggio, sono considerate attività di edilizia libera, purché destinate ad essere immediatamente rimosse entro 180 giorni, previa comunicazione dell'avvio dei lavori all'amministrazione comunale.

Tali opere, inoltre, sono escluse dalle procedure di valutazione ambientale di cui alla parte seconda del codice dell’ambiente e non sono soggette ad autorizzazione paesaggistica di cui all'articolo 146 del codice dei beni culturali.

Dell’importante novità in itinere ne dà comunicazione il sindaco di Otranto, Francesco Bruni, da uno dei territori maggiormente interessati dalla vicenda del blocco delle autorizzazioni per le aree di sosta stagionali (così come lo sono Gallipoli, Melendugno e Ugento) sino al completamento dell’iter regionale.   

Bruni ha espresso ampia soddisfazione per la soluzione di un problema che è stato spesso evidenziato da diversi amministratori locali, fino ad oggi senza alcun esito. Lo stesso primo cittadino aggiunge che “questo emendamento consentirà a tutti i Comuni costieri di poter affrontare con maggiore serenità la stagione estiva, offrendo una soluzione efficace ad un annoso problema. Per questo un ringraziamento sentito va al gruppo del Senato di Fratelli d’Italia, alla maggioranza e al Governo”.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parcheggi estivi, emendamento in commissione bilancio del Senato “accelera” le aperture
LeccePrima è in caricamento