Parcheggio d’interscambio per Leuca: ok al progetto da 200 posti

Via libera all’area di sosta attrezzata ed ecosostenibile nei pressi del Santuario progettata dal Comune di Castrignano del Capo. Ci saranno anche navette elettriche e bike sharing

LEUCA – Una nuova e funzionale area di sosta di interscambio per circa 200 posti per il parcheggio di auto e pullman e con servizi accessori tra cui anche un bike sharing. Nella zona in prossimità del Santuario di Santa Maria di Leuca e del litorale sarà presto realizzato infatti un parcheggio diffuso attrezzato ed ecosostenibile per il decongestionamento del traffico veicolare.

Si conclude infatti positivamente il progetto messo in piedi da Comune di Castrignano del Capo e che ha partecipato ad un apposito bando regionale ad hoc che consentirà di avere a disposizioni le risorse necessarie per la realizzazione dell’opera. Un investimento di 1 milione e mezzo di euro finanziato per 1 milione e 400 mila euro grazie ai fondi Fsc 2014-2020 del Patto per la Puglia a cui si aggiunge la parte residuale, pari a 100 mila euro, cofinanziata dalle casse comunali.

L’intervento è risultato secondo nel Salento e quarto in Puglia, dopo Monopoli, Nardò e Laterza ed è stato premiato in particolar modo per la sostenibilità ambientale della proposta, per il grado di potenziamento degli attrattori turistici e per la contribuzione alla diversificazione dei flussi turistici in un territorio a forte vocazione orientato verso una gestione ecosostenibile del turismo.

L’opera appena finanziata, di ampio respiro tecnologico, di sicurezza e di eco sostenibilità, verrà realizzata in posizione strategica rispetto al centro di Santa Maria di Leuca, il Santuario ed il centro urbano di Castrignano del Capo in quanto geograficamente luogo mediano e di passaggio per chi arriva in zona attraverso le strade statali e cerca di raggiungere i maggiori attrattori turistici del posto.

Planimetria zona A-2-2-2

Il parcheggio diffuso di interscambio, secondo lo schema progettuale, si compone di tre zone funzionali. Ovvero la viabilità di raccordo con la statale 275 costituita da una rotonda di smistamento del traffico permettendo tra l’altro l’inversione di marcia in sicurezza, la zona a parcheggio vera  e propria dedicata alle automobili che conta complessivamente 183 posti auto suddivisi in due zone: 137 nella zona A e 46 nella zona B; la zona a parcheggio riservata agli autobus, con otto stalli dedicati, e navette elettriche con due terminali per la ricarica solare.

Sarà inoltre possibile prenotare una “bicicletta condivisa” grazie al servizio di bike sharing ed individuare i percorsi dedicati. A servizio di tutti gli utenti e quindi ubicati in posizione centrale sono stati previsti servizi igienici, agevolmente fruibili anche alle persone con ridotte capacità motorie, un info point fisico e un’area per l’attesa opportunamente ombreggiata.

Planimetria zona B-2-2-2

“Il territorio di Santa Maria di Leuca, grazie alla sua posizione geografica che la vede protesa nel mare nell’estremo lembo della Puglia e per questo denominata finibus terrae” hanno evidenziato il sindaco di Castrignano del Capo, Santo Papa e l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppina Maruccia, “rappresenta da sempre una tappa affermata del turismo pugliese, specie nel periodo estivo. Ogni anno i turisti, spinti dagli interessi più disparati, giungono in gran numero in questa terra che non è luogo di passaggio, ma meta, punto di arrivo. In luoghi dove i collegamenti sono ancora difficili e poco agevoli è ancora il traffico su gomma a farla da padrona con tutte le problematiche che ne conseguono. Da qui la necessita di puntare sui una nuova aree dedicata e utile per il decongestionamento del traffico veicolare”.

Dal punto di vista gestionale il parcheggio sarà in grado di funzionare pressoché autonomamente. Gli accessi saranno forniti di barre e sistema di rilevamento del veicolo nonché di colonna per il ritiro del tagliandino identificativo della sosta anche già preventivamente prenotata. Al termine della sosta stessa l’utente potrà, recandosi alla cassa automatica, provvedere al saldo del debito attraverso il versamento del dovuto sia in moneta fisica che con carte di credito-debito, bancomat o pagamento elettronico attraverso il proprio smartphone. Tutta l’area sarà videosorvegliata da remoto al fine di garantire la massima sicurezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perde il controllo della moto e si schianta vicino casa: muore 35enne

  • Muore colto da infarto davanti alla scuola: attendeva la nipotina

  • Benzina e fuoco nell’autolavaggio: ma l'hard disk delle videocamere "sopravvive" alle fiamme

  • Non si fermano all’alt, schianto sul guardrail: in auto la targa rubata a un finanziere

  • Difendere un assassino, l’avvocato di De Marco: “Non siamo dei mostri”

  • Scuola, in arrivo una nuova ordinanza: Ddi al 100 per cento per una settimana

Torna su
LeccePrima è in caricamento