Patto per la sicurezza urbana, altri 27 Comuni firmano per la videosorveglianza

Nuove sottoscrizioni oggi in prefettura per l’accordo preliminare sulla sicurezza per ampliare la sorveglianza dei territori. Tra i firmatari anche i commissari di Scorrano e Carmiano

LECCE - Si allarga ancora il fronte dei Comuni della provincia di Lecce che aderendo al Patto per l’attuazione della sicurezza urbana puntano ad raccogliere nuove risorse per potenziare i controlli sui propri territori con nuovi sistemi di videosorveglianza. Un accordo che ha visto tra i Comuni apripista quello di Lecce e quello di Casarano che hanno già siglato lo scorso anno l’intesa con il ministero dell’Interno tramite la sottoscrizione in prefettura e che il 9 ottobre scorso ha visto altre venti adesioni di altrettanti sindaci dei comuni della provincia di Lecce.    

Con il decreto del ministro dell’Interno, di concerto con il dicastero dell’Economia e delle Finanze del 27 maggio scorso, sono state impartite le disposizioni per la ripartizione delle nuove risorse destinate proprio all’implementazione  dei sistemi di videosorveglianza in ambito locale. Dopo le 22 municipalità già contemplate, nella giornata di oggi altri ventisette sindaci della provincia (tra questi i due commissari straordinari dei comuni di Carmiano e Scorrano) hanno sottoscritto, con il prefetto Maria Rosa Trio, ognuno il proprio patto per l’attuazione della sicurezza urbana e l’installazione di sistemi di videosorveglianza, avviando una ulteriore nuova collaborazione per il contrasto della criminalità e la promozione del decoro urbano nelle aree comunali ritenute più vulnerabili.

Le nuove municipalità aderenti al patto sono, come accennato, quelle sotto l’egida commissariale  di Carmiano e Scorrano alle quali di sommano anche quelle di Alezio, Arnesano, Caprarica, Copertino, Corsano, Galatone, Giaggianello, Guagnano, Lizzanello, Martano, Minervino, Morciano di Leuca, Ortelle, Neviano, Presicce-Acquarica, Racale, Sanarica, San Donato di Lecce, Sogliano Cavour, Spongano, Sternatia, Surbo, Supersano, Tricase, Ugento.

Anche in questo caso la sottoscrizione dei suddetti patti è preliminare alla produzione delle proposte progettuali per il finanziamento dei sistemi di videosorveglianza in questione, che perverranno in prefettura entro giovedì 15 ottobre per il successivo esame in sede di gruppo tecnico e di comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “L’eredità”, Massimo Cannoletta tra bottino intascato e critiche sul web

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • Percepiva il reddito di cittadinanza, ma nascondeva in casa 625mila euro

  • La lite degenera: spunta pistola a salve, investito con violenza con l’auto

  • Favori in cambio di sesso, viagra e battute di caccia, chiesti 12 anni e mezzo per l’ex pm

  • Ubriaca alla guida colpisce auto, poi si ribalta: illesa una 21enne

Torna su
LeccePrima è in caricamento