menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Patto per la sicurezza si accende anche a Porto Cesareo: ok a videosorveglianza

Oltre a Lecce anche il Comune ionico incassa i fondi per ampliare il sistema di controllo sul territorio. Sei nuove telecamere in via Monti, piazza Sauro, via Albano e Torre Lapillo

PORTO CESAREO - Anche sul territorio cesarino si concretizzerà a breve il Patto sulla sicurezza urbana con l’installazione di altre sei telecamere per la videosorveglianza dopo il protocollo d’intesa sottoscritto, nelle scorse settimane, in prefettura. Il sindaco Silvia Tarantino ha infatti reso noto che il Comune di Porto Cesareo si è collocato al ventesimo posto, su circa duemila Comuni in tutta Italia, nella graduatoria per accedere al relativo finanziamento del ministero dell’Interno. Si tratta tra l’altro dell’unico centro pugliese, insieme a Lecce, che figura tra i primi duecento ammessi in graduatoria.

Il progetto complessivo dell’importo di 50 mila euro, sarà cofinanziato per 35 mila euro dal ministero, e il resto della somma sarà messo a disposizione con fondi rivenienti dalle casse comunali. A breve si procederà dunque all’installazione delle sei nuove telecamere di videosorveglianza atte a garantire maggiore sicurezza sul territorio del marina Le sei telecamere saranno installate in via Monti, in piazza Sauro, due in via Cosimo Albano, sulla Torre Lapillo-Porto Cesareo e sulla via di accesso alla torre di Torre Lapillo.

I nuovi occhi elettronici in arrivo grazie alla firma del Patto della sicurezza urbana con la prefettura, che ha portato alla redazione del progetto in questione e all’individuazione delle zone in cui collocare il sistema di controllo, fanno il paio con le 39 telecamere già installate nel gennaio dello scorso anno in almeno quattordici punti strategici del centro ionico.

      

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento