Pattuglie e telelaser, parte l’operazione “Ferragosto sicuro” della polizia stradale

Potenzianti i controlli sulle principali arterie salentine come stabilito dal vertice in prefettura e su disposizione del questore. Massima attenzione anche su discopub, locali, controlli in mare e verifiche della Polfer nelle stazioni e sui treni

Controlli della polizia stradale

LECCE - I controlli, che non sono mai mancati e sono già in atto, saranno ulteriormente potenziati e rinforzati con l’impiego di pattuglie e personale dislocato sul campo per garantire un presidio capillare del territorio. Nella giornata da bollino nero, nel weekend che precede la settimana di Ferragosto, è già tempo di pianificazione e allestimento dei servizi delle forze dell’ordine per fronteggiare il periodo più caldo della stagione estiva, non solo dal punto di vista meteorologico. Più uomini e mezzi sul territorio per rafforzare le misure di prevenzione e controllo.

I dettagli dell’operazione “Ferragosto sicuro” sono già stati affrontati nell’ultima riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduto dal prefetto Maria Rosa Trio e con i vertici delle forze di polizia, carabinieri, guardia di finanza e polizia locale, che prima di affrontare da vicino il caso Gallipoli, ha volto lo sguardo sulla programmazione delle attività inerenti il potenziamento ulteriore dei dispositivi di prevenzione e controllo del territorio e sulle strade sia nel capoluogo che nelle principali località balneari.

La linea di condotta delineata dal questore di Lecce, Andrea Valentino, di concerto anche con tutte le altre forze dell’ordine (Arma dei carabinieri, guardia di finanza, capitaneria di porto, polizia provinciale, vigili del fuoco e polizia municipale) punta a rendere più proficua ed incisiva l'attività sulle strade, con azioni mirate ad “infrenare” la velocità, le città e località turistiche e balneari, per poter assicurare un tempestivo intervento in caso di soccorso pubblico. La parola d’ordine è quella dell’allerta massima e dell’innalzamento dei livelli di prevenzione in ogni ambito.      

A partire dal controllo sulle strade statali e lungo le direttrici che portano nelle località salentine più gettonate. Attenzionate la Lecce-Brindisi e la statale 101 Lecce-Gallipoli (già in questo fine settimana interessate dall’esodo dei vacanzieri e che hanno fatto registrare anche stamattina “fluidi” incolonnamenti), ma anche la Lecce-Maglie, la statale 275 e la 274 Gallipoli-Leuca. Si tratta delle principali strade a scorrimento veloce che vengono spesso considerate tra le più sicure, ma che invece nascondono le insidie dettate proprio dell’alta velocità.  

Proprio sul fronte della sicurezza stradale sarà ampliata l’operatività grazie all’utilizzo di numerose pattuglie impiegate sulle principali arterie stradali in ambito provinciale, interessate dall’esodo ferragostano. L’attività di servizio, coordinata dalla dirigente della polizia stradale di Lecce, il vicequestore Lucia Tondo, oltre alla velocità, rilevata con i più moderni mezzi tecnici (telelaser, autovelox, etilometri e scout-nav, la telecamera istallata sul parabrezza delle pattuglie in grado di esaminare le targhe delle autovetture, in sosta e in transito con l’obiettivo di verificare, in tempo reale, se i veicoli hanno regolare assicurazione o, ancora, se risultano rubate), sarà rivolta con particolare cura anche ai pericolosi casi di guida in stato di ebbrezza e all’uso di sostanze stupefacenti da parte degli automobilisti.

In linea più generale e complessiva è prevista l’intensificazione dei servizi di controllo per il ferragosto da parte non solo della Stradale, ma di tutto il personale dei reparti della questura e dei commissariati territoriali che concentreranno i controlli sugli assembramenti in particolare nelle località a maggiore densità turistica e all’interno dei locali della movida, dalle discoteche, a discopub, locali abituali di ritrovo e sale da ballo all’aperto.

Anche per la polizia ferroviaria è stata stabilita una intensificazione dei servizi nell'ambito degli scali ferroviari e della stazione di Lecce, soprattutto al passaggio dei principali convogli. Con attività di verifica a bordo e a terra di treni. Maggiore attenzione sarà rivolta anche al controllo delle spiagge e degli assembramenti dei lidi, e anche per questo è stato chiesto e garantito il rinforzo e la collaborazione delle polizie locali con personale meno arroccato negli uffici e pronto invece a scendere in strada.

La vigilanza in mare, lungo tutto il litorale, sarà assicurata come sempre non solo dalle motovedette della capitaneria di porto, ma anche dalla squadra nautica, che si avvale del nucleo sommozzatori e del team degli acquascooter, sia per intervenire tempestivamente in caso di soccorso pubblico che per vigilare sul rispetto delle norme di sicurezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “L’eredità”, Massimo Cannoletta tra bottino intascato e critiche sul web

  • Percepiva il reddito di cittadinanza, ma nascondeva in casa 625mila euro

  • Maltempo sul Salento: coperture divelte da una tromba d’aria volano in strada

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • Ubriaca alla guida colpisce auto, poi si ribalta: illesa una 21enne

  • Da Martano originale campagna per uso della mascherina. Il sindaco: “Monito ai negazionisti”

Torna su
LeccePrima è in caricamento