Pezzi di carparo si staccano dal rosone. Chiusa al pubblico la chiesa del Canneto

Nel corso della notte sono venuti giù pezzi di intonaco e detriti dal soffitto della navata destra del Santuario. Dopo la segnalazione del parroco i vigili del fuoco hanno disposto l’interdizione sino al termine dei lavori. Cerimonie spostate in altre chiese

GALLIPOLI - Dopo i calcinacci piovuti giù nei giorni scorsi dalla sommità dei cornicioni dell’ex villaggio del Fanciullo sul lungomare Galilei nella notte un nuovo distacco di pezzi consistenti d’intonaco e detriti si è verificato questa volta all’interno del Santuario della Madonna del Canneto che domina l’omonima insenatura di piazza Aldo Moro a Gallipoli. Anche in questo caso, fortunatamente, non si sono registrate conseguenze rilevanti, e dopo il sopralluogo e le verifiche da parte delle squadre dei vigili del fuoco del distaccamento di Gallipoli, intervenuti sul posto, è stato disposto il divieto di accesso all’interno della chiesetta fino al termine di lavori di messa in sicurezza già disposti.

E’ stato lo stesso parroco del santuario, Don Gigi De Rosa, ad accorgersi, questa mattina, di quanto era successo quando si è recato ad aprire la chiesa. Nel corso della nottata infatti dal soffitto della navata destra della chiesa sono caduti dei pezzi di carparo venuti giù da un rosone centrale che campeggia le caratteristiche volte del santuario risalente alla fine del 1600. Pietre e detriti sono piovuti giù sugli scranni che vengono solitamente utilizzati dal fedeli e nella zona della navata prospiciente il candeliere nei pressi della statua di Sant’Antonio riposta nella nicchia sul lato destro della chiesetta. Il parroco ha provveduto a segnalare l’accaduto alla diocesi di Nardò-Gallipoli e all’amministrazione comunale, oltre ai vigili del fuoco che hanno poi disposto l’interdizione dell’apertura al pubblico del luogo di culto e meta anche delle visite giornaliere dei turisti.

“Ho trovato questa brutta sorpresa questa mattina nell’aprire la chiesa” ha spiegato don Gigi De Rosa, “dal soffitto della navata destra sono caduti pezzi di carparo da un rosone centrale. Ho allertato i vigili del fuoco che hanno disposto l'interdizione ad accedere in chiesa. Ringrazio il Signore che il tutto è successo di notte e non durante la celebrazione di una messa o la visita di fedeli e turisti. Ovviamente ora ci saranno variazioni sul programma della festa di questi giorni in onore della Madonna. Le manifestazioni all'esterno restano invariate, saranno annullate quelle religiose e civili all'interno del santuario, ma ci organizzeremo per rispettare il nostro programma e continuare a pregare con la solita devozione”. Oggi per altro presso la chiesa del Canneto erano in programma un matrimonio e la ricorrenza di un 50esimo anniversario di nozze  che sono state spostate presso la chiesa del Sacro Cuore di Gesù di piazza Tellini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi frode col gasolio agricolo, undici arresti e 64 indagati

  • Anziana madre non ha sue notizie da giorni e chiede aiuto: 49enne trovato senza vita

  • Militari attendono cassiera a fine turno: addosso parte dell’incasso, sospetti ammanchi per 50mila euro

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

  • Coronavirus “sensibile” ai fattori ambientali: studio di un fisico su temperatura ed escursioni termiche

Torna su
LeccePrima è in caricamento