menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto dalla pagina "Aiutiamo Giorgia"

Foto dalla pagina "Aiutiamo Giorgia"

Per la piccola Giorgia ore fatidiche: comunicata la disponibilità di organi

Dopo oltre quattro anni a Pittsburgh, negli Stati Uniti, alla famiglia della piccola, affetta dalla sindrome di Berdon, è stato detto di prepararsi alle operazioni preliminari al complicatissimo intervento

LECCE - Dopo undici anni in attesa, per Giorgia Pagano sembra arrivato il momento del trapianto. A Pittsburgh, dove la bimba è ricoverata da oltre quattro anni, è stata comunicata la disponibilità degli organi.

La madre, sulla pagina "Aiutiamo Giorgia" - su Facebook - ha scritto che alle 17 di oggi, ora italiana, terminerà il periodo di osservazione per accertare la morte celebrale del donatore: al momento è stata acclarata la compatibilità di sangue e delle dimensioni degli organi. Il trapianto che si profila è estremamente complesso e rischioso, ma è l'unica strada da seguire per provare a lasciarsi alle spalle la sindrome di Berdon. 

Si tratta di una patologia congenita e assai rara che colpisce l'apparato digerente nel suo complesso: ecco perché l'intervento riguarda il fegato, il pancreas, lo stomaco, l'intestino, la milza. Giorgia convive dall'età di un anno con quattro fori che consentono il drenaggio dei liquidi intestinali e un catetere per l'alimentazione. Per aiutare la piccola a vivere in condizioni quanto più possibile vicine al concetto di normalità, la famiglia ha creato un'associazione, "Stellina di Berdon", dedita alla raccolta di fondi che consentono alla madre e al fratellino, appena più grande di lei, di vivere negli Stati Uniti. 

Intorno alla vicenda di Giorgia l'opinione pubblica salentina è mobilitata da tempo. Iniziative di solidarietà hanno accompagnato il percorso complicato della piccola che ha sempre dimostrato una vitalità e una resilienza stupefacenti. Il 21 aprile del 2015 un gruppo di tifosi della Curva Nord del Lecce la accompagnarono fino ai piedi del velivolo dell'Aeronautica Militare predisposto per il trasferimento negli Stati Uniti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento