"Pista ciclabile fino a Ecotekne per combattere lo smog": l'appello delle associazioni

Sindacati e ambientalisti chiedono all'assessore De Matteis di predisporre il progetto di completamento della pista partendo dal parco archeologico di Rudiae: "Utile a centinaia di persone"

Foto di repertorio

LECCE – Puntare tutto sulla mobilità sostenibile e sull'uso della bicicletta per risolvere, in un solo colpo, una moltitudine di problemi: dal traffico congestionato in città, all'inquinamento atmosferico, sino alla riduzione del rischio di contagio del Covid-19.

È questo l'appello lanciato dalle associazioni e sindacati Cobas, Dirpubblica, Usb Usi Ricerca, Uil Rua, Gilda Unicams, Link, Udu, Elsa, Adi-Lecce, Cus Lecce, Mo.Bici, Zei Spazio Sociale, Vivere Lecce, Civica, Lecce Bene Comune, Wwf Salento, Legambiente Lecce, Italia Nostra sezione di Lecce, Forum ambiente e salute Lecce, Ciclofficina popolare “Alfonsina Strada”.

“Visto anche il riferimento all’uso di bike lane per la fase 2 nel decreto Rilancio, diventa impellente che l’amministrazione comunale prenda in considerazione l’opportunità di completare il percorso di mobilità ciclistica già in fase di realizzazione tra Studium e Parco Rudiae, prolungandolo sino al complesso universitario di Ecotekne”, scrivono le associazioni firmatarie di un appello.

Il ritorno alla bicicletta è una soluzione praticabile per centinaia di studenti e lavoratori che, ogni giorno, si recano in automobile dal centro cittadino al polo scientifico dell’Università del Salento, causando un grave intasamento urbano e l’aumento in città di Pm10 e 2,5: “Indicatori, come sappiamo, di aria malsana e di maggiore esposizione al rischio di contrarre il virus, ma anche malattie degenerative e cardiocircolatorie”, si legge in un comunicato stampa.

“Un percorso così pensato eviterebbe la creazione di una pista lunga che impegna ingenti risorse pubbliche, ma destinata a restare sottoutilizzata. Ricordiamo per altro che il Comune di Monteroni ha già completato la sua pista ciclabile che giunge fino ad Ecotekne”, ricordano le associazioni che, dopo aver inviato un appello già nel mese di luglio 2019, hanno deciso di risollevare il problema dinanzi alle autorità competenti.

In particolare chiedono all’assessore alla mobilità di Lecce, Marco De Matteis di predisporre il progetto di completamento della pista ciclabile Lecce-Ecotekne, partendo dal parco archeologico di Rudiae.

In più reclamano un'adeguata illuminazione del percorso di via vecchia Copertino e chiedono di reperire le risorse necessarie per completare in sicurezza il percorso che da via Caroli giunge sino all’ingresso di Ecotekne.

“In questa fase, in previsione della futura riapertura di scuole e università, se non vogliamo ritornare nel girone dantesco di traffico e smog, l’utilizzo di mezzi pubblici opportunamente attrezzati per il distanziamento fisico dovrà andare di pari passo con lo spostamento modale da autovettura privata a trasporti sostenibili”, concludono le associazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi frode col gasolio agricolo, undici arresti e 64 indagati

  • Anziana madre non ha sue notizie da giorni e chiede aiuto: 49enne trovato senza vita

  • Militari attendono cassiera a fine turno: addosso parte dell’incasso, sospetti ammanchi per 50mila euro

  • Rapine con auto rubate durante il lockdown: fermata la banda

  • Coronavirus “sensibile” ai fattori ambientali: studio di un fisico su temperatura ed escursioni termiche

  • Scavalca tre muri dopo il furto: fuga spericolata, ma braccato e arrestato

Torna su
LeccePrima è in caricamento