Giovedì, 23 Settembre 2021
Attualità

Più sicurezza sui treni regionali: un click e arrivano le forze dell'ordine

Tariffa agevolata per agenti e militari. Che si registreranno e potranno essere contattati dai capitreno con un'applicazione

BARI – Più sicurezza sui treni regionali, grazie a un accordo stipulato questa mattina a Bari con i rappresentati delle forze dell’ordine: Polizia di stato, Carabinieri, Guardia di finanza e Polizia penitenziaria. In ogni momento, qualora vi fosse necessità, i capitreno potranno subito contare sul sostegno dei  passeggeri appartenenti a uno o più di questi corpi, magari in viaggio per motivi privati, ma pur sempre chiamati all’intervento nelle situazioni di rischio.

Il protocollo, voluto da Trenitalia Puglia e stipulato alla presenza dell’assessore ai Trasporti di viale Capruzzi, Giovanni Giannini, prevede che gli appartenenti alle forze dell’ordine possano viaggiare su tutti i treni regionali, beneficiando di una tariffa agevolata valida per gli abbonamenti.

Ma come faranno i capitreno a sapere che uno o più passeggeri sono agenti o militari? Semplice: una volta saliti sul treno, si registreranno su un’applicazione per segnalare la loro presenza a bordo. E, se vi fosse bisogno, magari si fosse in presenza di un potenziale reato, il capotreno potrà inviare loro, attraverso un semplice click, una richiesta di intervento. Trenitalia e Regione Puglia verificheranno nei prossimi mesi l’efficacia di questo esperimento, che avrà inizio a febbraio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Più sicurezza sui treni regionali: un click e arrivano le forze dell'ordine

LeccePrima è in caricamento