Domenica, 13 Giugno 2021
Attualità

Pochi tamponi, ma virus ancora “dinamico”: in provincia di Lecce 136 i positivi

Andamento lento dei test processati in Puglia come ogni inizio settimana con 247 casi positivi e quasi la metà registrati nel Leccese. Scende il numero dei ricoverati. Altre 25 le vittime. Accordo per i vaccini nelle aziende e per i Centri diurni si sbloccano le indennità

LECCE – La nuova settimana in zona gialla della Puglia parte, come di consueto, con un bollettino regionale che risente del decremento dei tamponi  effettuati come ogni lunedì e con 247 casi positivi registrati su 4.769 test controllati e un tasso giornaliero del 5,2 per cento. Un trend che conferma  la dinamica dell’epidemia ancora al ribasso a livello regionale, ma che mantiene la sua vivacità in provincia di Lecce dove i casi positivi rendicontati sono più della metà di quelli totali, ed esattamente 136.

Gli altri casi positivi sono ripartiti invece tra i 32 in provincia di Bari, i 18 in provincia di Brindisi, i 10 nella provincia della Bat, i 47 in provincia di Foggia più un caso registrato in provincia di Taranto,e un altro di un residente fuori regione. Due invece i casi di provincia di residenza non ancora nota.

Si contano purtroppo altre 25 vittime legate al covid: tre in provincia di Bari, due in provincia di Brindisi, tre nella provincia della Bat, cinque in provincia di Foggia, una in provincia di Lecce, e ben 11 in provincia di Taranto. A tenere banco resta l'occupazione dei posti letto nelle terapie intensive che è ancora sopra la soglia critica del 30 per cento fissata dal ministero della Salute, e ieri c'è stato anche un leggero incremento.

Gli ultimi dati aggiornano il numero complessivo degli attuali soggetti contagiati in Puglia a 43.461. Il numero delle persone guarite sul territorio regionale raggiunge quota 193.345, altri 1.099 in più rispetto al dato riportato nel rendiconto di domenica. In isolamento domiciliare ci sono 41.854 persone, il 96,3 per cento dei contagiati.

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati complessivamente 2.322.283 test per accertare la positività o meno al coronavirus. Le persone attualmente ricoverate sono 1.607 (il 3,3 per cento), cinquantanove in meno rispetto a ieri e il totale dei decessi sale a 6.128. Dall’inizio della pandemia ad oggi il totale dei casi positivi confermati di covid in Puglia è stato di 242.934.

Leggi qui il bollettino regionale del 10 Maggio

Vaccini nelle aziende: firmato l’accordo

Vaccinazioni anticovid nelle aziende, è stato sottoscritto nelle scorse ore il protocollo d’intesa tra la Regione Puglia, i rappresentanti delle imprese e le organizzazioni sindacali.

“Abbiamo sottoscritto questo protocollo d’intesa con tutte le categorie produttive della Puglia in tutti i settori” ha spiegato il presidente della Regione, Michele Emiliano, “perché ciascuna azienda o gruppi di aziende potranno, attraverso i loro medici competenti, attuare la vaccinazione dei propri dipendenti. L’obiettivo, in linea con gli indirizzi del Governo, è accelerare così l’immunizzazione di chi è esposto al rischio, lavorando in ambienti dove ci sono gruppi di persone e quindi assembramenti”.

“Questa cosa consentirà da un lato di accelerare le operazioni di vaccinazione dei più giovani e dall' altro di mettere in sicurezza sistemi aziendali per evitare che siano colpiti dalla malattia e quindi che siano messi in condizione di non poter operare. Ovviamente” ha concluso Emiliano, “il sistema delle vaccinazioni aziendali potrà andare a regime solo nel momento in cui avremmo esaurito la vaccinazione di tutte le persone che, per età o per fragilità, sono in una situazione di particolare rischio di ospedalizzazione, quando cioè avremo sostanzialmente vaccinato tutti i fragili e la maggioranza di tutte le persone da sessant'anni in poi”.

Centri diurni, la giunta sblocca le indennità   

Buone nuove dall’ultima riunione della giunta regionale che tra i vari provvedimenti ha approvato anche lo sblocco delle procedure di  attribuzione delle indennità a favore dei centri diurni in forte stato di sofferenza a causa dell’emergenza del covid-19.

L’esecutivo regionale ha infatti indetto un avviso pubblico per la manifestazione di interesse alla misura di indennizzo diretta a enti gestori, pubblici e privati, di strutture semiresidenziali, pubbliche e private, a carattere socio-assistenziale, socio-educativo, polifunzionale, socio occupazionale, sanitario e socio-sanitario per persone con disabilità che hanno sostenuto spese derivanti dall’adozione di sistemi di protezione del personale e degli utenti nel periodo ricompreso dal 17 marzo 2020 al 31 luglio 2020.

Per far fronte alla riparazione delle indennità le risorse complessive a disposizione del fondo specifico sono pari a 2 milioni e 760 mila euro. Nel dettaglio potranno partecipare all’avviso i Centri diurni all’interno di presidi di riabilitazione, i centri diurni per soggetti psichiatrici, il centro diurno Alzheimer, il centro diurno disabili.

E ancora strutture semiresidenziali terapeutiche dedicate per il trattamento extraospedaliero dei disturbi psichiatrici gravi in preadolescenza e adolescenza, strutture pedagogiche riabilitative semiresidenziali, strutture terapeutico-riabilitative semiresidenziali, centri diurni  socioeducativi per minori. Rientrano nella platea dei richiedenti anche i centri diurni sociali per anziani,  centro aperti polivalenti per minori, centri sociali polivalenti per diversamente abili e centri sociali polivalenti per anziani. Le istanze vanno presentate entro dieci giorni dalla pubblicazione dell’avviso sul bollettino ufficiale regionale all’indirizzo telematico pecsociosanitario.regione@pec.rupar.puglia.it

La campagna vaccinazioni

Prosegue, intanto, la campagna di vaccinazione antiCovid nell'Asl di Lecce, negli hub, nei centri sanitari e da parte dei medici di medicina generale: 11.130 le dosi inoculate sabato e 7.447 domenica. Sono, dunque, in totale 313.906 - di cui 220.573 prime dosi - le vaccinazioni effettuate finora.

Nel dettaglio, 97.142 le dosi - di cui 54.920 prime dosi - somministrate agli ultra80enni (copertura vaccinale rispetto alla popolazione del 90,27 per cento); 77.413 le dosi - di cui 67.515 prime dosi - somministrate alle persone della fascia 79/70 (copertura vaccinale rispetto alla popolazione del 81,39 per cento) e 44.804 le dosi - di cui 35.131 prime dosi - somministrate alle persone appartenenti alla fascia 69/60 (copertura vaccinale rispetto alla popolazione del 35,44 per cento).

Rilevante il contributo dei medici di medicina generale tra vaccinazioni in ambulatorio, a domicilio e nei Punti vaccinali di popolazione: 36.608 in totale. Prosegue la vaccinazione con prime e seconde dosi dei pazienti fragili, da parte dei medici o dei centri di cura, in base alla patologia: sono 40.503 le dosi - di cui 31.406 prime dosi - finora somministrate a persone vulnerabili per patologia. In corso le seconde dosi al personale della scuola, in diversi hub in modalità drive in. 

Per quanto riguarda la Puglia, in generale, sono 1.623.921 le dosi di vaccino anticovid somministrate sino ad oggi (dato aggiornato alle ore 18). Sempre oggi, sono iniziate le prenotazioni per le vaccinazioni degli under 60 (fascia 59 e 58 anni) che alle ore 17 sono 6.767, mentre sono oltre 400 gli over 60 che si sono prenotati oggi per la campagna di completamento delle fasi precedenti.Il sito lapugliativaccina.regione.puglia.it è stato regolarmente in funzione, senza fenomeni di blocco, per tutta la prima fase odierna di accessi alle prenotazioni degli under 60. Le prenotazioni proseguono gradualmente per fascia di età sui canali lapugliativaccina.regione.puglia.it, il numero verde 800713931 e le farmacie del servizio FarmaCUP.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pochi tamponi, ma virus ancora “dinamico”: in provincia di Lecce 136 i positivi

LeccePrima è in caricamento