Giovedì, 18 Luglio 2024
Attualità

Immobile confiscato alla criminalità diventa nuovo presidio della guardia costiera

La cerimonia questa mattina a Torre Lapillo, alla presenza del direttore marittimo, contrammiraglio Vincenzo Leone. Lo stabile sarà impiegato per le attività dell'Ufficio locale di Torre Cesarea

PORTO CESAREO – Un immobile già confiscato alla criminalità organizzata e diventato parte del patrimonio del Comune di Porto Cesareo ha avuto come destinazione finale la Capitaneria di porto. Di fatto, diviene un presidio che rafforza ulteriormente l’Ufficio locale marittimo di Torre Cesarea.

La formale consegna è avvenuta nel corso di una cerimonia alla quale hanno partecipato il direttore marittimo di Puglia e Basilicata Ionica, contrammiraglio Vincenzo Leone (che ha voluto fortemente essere presente al taglio del nastro), e il comandante della Capitaneria di porto di Gallipoli, capitano di vascello Francesco Perrotti. Erano presenti anche la sindaca di Porto Cesareo, Silvia Tarantino, il responsabile dell’Agenzia del demanio di Lecce – Brindisi, Vincenzo Petracca, il titolare dell’Ufficio, 1° maresciallo Antonio Iacovelli e i comandanti delle locali forze dell’ordine.

Video | La cerimonia e le dichiarazioni

La consegna è frutto di una cooperazione tra le amministrazioni dello Stato e rappresenta il segno tangibile dell’impegno condiviso a difesa della legalità, creando così un ulteriore presidio di sicurezza a vantaggio della collettività.

In particolare, l’immobile, che sorge nella marina di Torre Lapillo, permetterà il rafforzamento dell’Ufficio locale marittimo di Torre Cesarea, impegnato, specie d’estate, nella tutela della sicurezza della vita umana in mare, della navigazione e dei preziosi, unici habitat marini e costieri, che caratterizzano ed esaltano la bellezza di una località, interessata da una pressione antropica particolarmente elevata e da molteplici attività turistiche e ricreative.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Immobile confiscato alla criminalità diventa nuovo presidio della guardia costiera
LeccePrima è in caricamento