Positivi a Lecce: 17 in una scuola media, in quarantena l’intero Campo Panareo

Sei ospiti del campo sosta contagiati: in circa 200 sottoposti al tampone, attesi gli esiti. Accertamenti anche per i famigliari di allievi e docenti dell’istituto “Alighieri”

Il Campo Panareo (Foto di repertorio).

LECCE – Cresce il numero dei casi positivi a Lecce: tamponi a raffica tra gli ospiti Campo Panareo, gli studenti della scuola “Dante Alighieri” e monitoraggio per gli operatori del mercato di Settelacquare. Lo ha reso noto in serata. tramite una nota, il sindaco Carlo Salvemini. Un aumento dei contagi in città “non esponenziale, ma costante”, lo ha definito il primo cittadinoal termine del Comitato ordine e sicurezza pubblica che si è tenuto in giornata. Tre le situazioni più critiche registrate sul territorio leccese. Quella all’interno del Campo Panareo sulla strada 7Ter, per cominciare, dove sono stanziati diversi nuclei familiari di etnia Rom. Lì sono sei i casi di positività al Covid riscontrati, riconducibili a due diverse catene di contagio. Nel primo pomeriggio di oggi il Dipartimento di prevenzione della Asl, alla presenza del personale della Croce Rossa, dell’assessora comunale ai Servizi sociali Silvia Miglietta e delle forze dell’ordine, si è provveduto a sottoporre a tampone i circa 200 residenti del campo alla periferia del capoluogo salentino.

Attesi per la giornata di domani gli esiti di tutti gli accertamenti, mentre sono in preparazione i provvedimenti di quarantena obbligatoria per tutti i contatti stretti dei positivi: praticamente l'intera comunitàospite del campo. La seconda, preoccupante situazione riguarda la scuola media Alighieri, nella quale tra alunni e insegnanti sono stati riscontrati 17 casi di positività. In questo caso è già scattato il protocollo condiviso da Ministero della salute e Ministero dell’istruzione, con la sanificazione delle aule e degli spazi comuni. Il Dipartimento di prevenzione della Asl leccese segue costantemente l’evoluzione di questa catena di contagi tra i ragazzi e i docenti, da giorni in didattica a distanza, con particolare attenzione allo stato di salute dei famigliari degli alunni.

Infine, sempre in giornata, gli operatori (coloro non sottoposti alla quarantena obbligatoria) dell’area mercatale di Settelacquare hanno potuto recuperare la merce deperibile dalle proprie postazioni. Il mercato, come stabilito dall’ordinanza emessa due giorni addietro, resterà chiuso fino al prossimo 15 novembre (per via di alcuni contagi rilevati nei giorni scorsi), salvo nuove disposizioni legate anche al prossimo Decreto della presidenza del consiglio dei ministri. “Non mi stancherò di ripeterlo: siamo nel pieno di una pandemia, la priorità di tutti noi è tutelare la salute pubblica. Un impegno che deve essere condiviso tra istituzioni e cittadini, ciascuno per le proprie responsabilità e il suo ruolo. Ciò che deve essere chiaro è che gli uni non possono fare a meno degli altri. I cittadini delle istituzioni e le istituzioni della collaborazione dei cittadini. Senza la quale ogni misura di controllo e contenimento rischia di vanificarsi”, ha dichiarato il sindaco Salvemini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • La lite degenera: spunta pistola a salve, investito con violenza con l’auto

  • Debito di droga si trasforma in incubo: lo minacciano davanti al nipote, tre in manette

  • Favori in cambio di sesso, viagra e battute di caccia, chiesti 12 anni e mezzo per l’ex pm

  • Freddato a 22 anni con un colpo di pistola alla testa, inflitti due ergastoli

Torna su
LeccePrima è in caricamento