menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Positivo il tampone di un migrante già in quarantena nel centro pre Covid

Il bollettino regionale registra l'esito di un test fatto martedì nella struttura di Restinco, alle porte di Brindisi. Associato alla provincia di Lecce un decesso: in realtà è avvenuto a fine maggio

LECCE - Un tampone positivo al Covid-19 tra i 2.711 registrati nel bollettino regionale odierno. Dopo alcuni giorni senza variazioni - l'ultima era indicata nel report dell'11 luglio - le analisi di laboratorio hanno messo in evidenza un nuovo incremento minimo: il numero confermato delle infezioni è giunto a quota 4.542.

Si tratta di un migrante tunisino, già sottoposto a test sierologico sull'isola di Lampedusa, giunto martedì nel Cara-Cpr di Restinco insieme ad una ottantina di connazionali. La struttura è stata adattata, su repentina decisione del ministero dell'Interno, in centro pre Covid, dove cioè sono convogliati i migranti per osservare un periodo di quarantena di 15 giorni. 

Alla provincia di Lecce, intanto, è stato associato un decesso che però, in realtà, era stato già registrato e comunicato a fine maggio, quando spirò una donna ultra novantenne in seguito alle complicanze sopraggiunte con l'infezione da nuovo coronavirus. Il numero dei decessi in Puglia è così arrivato a 548. Negli ospedali risultano esserci 11 pazienti - uno in più di ieri -. I casi attualmente positivi restano 68 (lo stesso dato dal 12 luglio), mentre le persone in isolamento a domicilio sono ancora 58. 

Consulta il bollettino del 16 luglio

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento