rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Attualità Gallipoli

Prefetto a bordo della motovedetta: “Guardia costiera fondamentale per i migranti”

Visita istituzionale di Maria Rosa Trio presso la capitaneria di porto di Gallipoli: ha incontrato il comandante Vitiello e il personale ed è stata accolta anche sui mezzi navali per una ricognizione in mare. Sottolineate le complesse attività sul nodo immigrazione

GALLIPOLI - Nella mattinata di ieri il prefetto di Lecce, Maria Rosa Trio, si è recata in visita istituzionale presso la capitaneria di porto di Gallipoli per portare il proprio saluto al comando della guardia costiera e a tutto il personale. 

Ad attendere la rappresentante territoriale del governo il comandante e capo del compartimento marittimo di Gallipoli, Pasquale Vitiello, il quale, insieme agli altri ufficiali presenti, trai cui il comandante della capitaneria di Otranto, Walter Francesco Di Marco, ha illustrato le varie attività che vengono svolte sul territorio dagli uomini e dalle donne della guardia costiera. 

La visita del prefetto in capitaneria

Nel corso dell’incontro e del colloquio, il prefetto ha manifestato il proprio apprezzamento sull’operato della capitaneria di porto, che con la sua quotidiana attività fornisce fondamentale contributo per l’ambiente, la sicurezza dei trasporti marittimi e la salvaguardia della vita umana in mare, a maggior ragione in una zona come quella salentina fortemente interessata dal fenomeno migratorio. 

In tale contesto il Prefetto ha condiviso con trasporto la propria pregressa esperienza siciliana colma di umanità, che le ha consentito di approfondire le complesse procedure da mettere in atto per la gestione dell’accoglienza dei migranti.

Successivamente Maria Rosa Trio è stata accolta a bordo della motovedetta Cp 264 per una breve ricognizione del litorale via mare. Al termine della visita il comandante Vitiello ha donato al prefetto il crest della capitaneria di porto rappresentante lo stemma araldico del comando ed il prefetto ha espresso, con dedica sul libro d'onore, il proprio ringraziamento per l’abnegazione, la disponibilità e la professionalità del personale della guardia costiera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prefetto a bordo della motovedetta: “Guardia costiera fondamentale per i migranti”

LeccePrima è in caricamento