rotate-mobile
Attualità

Prevenire eventuali rischi idrogeologici in autunno: il prefetto chiama a raccolta i sindaci

Il prefetto Luca Rotondi ha richiamato l’attenzione sulla necessità di attività di controllo e manutenzione delle strutture idrauliche da parte degli Uffici tecnici comunali

LECCE – L’autunno si avvicina: la prefettura e i sindaci, assieme agli enti coinvolti, si attrezzano per coordinare gli interventi contro eventuali rischi idrogeologici. Il prefetto di Lecce, Luca Rotondi, ha infatti richiamato l’attenzione sulla necessità di assumere tutte le misure nell’ambito delle attività di previsione e prevenzione.

Una continua attività di controllo e l’accurata manutenzione delle strutture idrauliche possono contribuire a contenere l’entità di possibili danni conseguenti a intense precipitazioni. La principale raccomandazione per i sindaci della provincia è quella di mobilitare i competenti Uffici tecnici per sopralluoghi volti all’individuazione delle criticità dei rispettivi territori e pianificare i necessari interventi di ordinaria pulizia di canali, tombini, caditoie di acque piovane, allo scopo di agevolare il regolare deflusso delle acque.

Dal punto di vista organizzativo si è sottolineata l’importanza di garantire, da parte delle amministrazioni locali, la piena funzionalità delle procedure di allertamento in modo da assicurare la ricezione h/24 degli avvisi di condizioni meteorologiche avverse trasmessi dalla Regione Puglia. Si è richiamata infine l’attenzione sulla necessità di costante aggiornamento del Piano comunale di protezione civile, con riguardo al rischio idrogeologico-idraulico, sia in relazione alle trasformazioni geomorfologiche del terreno sia in relazione ad ogni rilevante modifica nell’assetto del territorio dovute alle previsioni degli strumenti urbanistici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prevenire eventuali rischi idrogeologici in autunno: il prefetto chiama a raccolta i sindaci

LeccePrima è in caricamento