rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Attualità

Primo prelievo multiorgano del 2022: famiglia di una 43enne acconsente alla donazione

La donna è deceduta per emorragia cerebrale legata a una malformazione. Con il suo cuore, il fegato, i reni, le cornee una possibilità di vita per pazienti in attesa di trapianto

LECCE – Nuovo prelievo multiorgano al “Vito Fazzi” di Lecce. I familiari di una donna di 43 anni, deceduta per un’emorragia cerebrale legata a una malformazione artero venosa, hanno acconsentito alla donazione.

Preliminarmente è stato espletato tutto l’iter previsto: dal rilievo clinico e strumentale di morte encefalica alla valutazione degli organi. In un secondo momento si è proceduto al prelievo di cuore, reni, fegato e cornee.

L’intervento ha impegnato gli operatori di Anestesia e Rianimazione, diretto dal dottor Pulito, con la collaborazione di medici e infermieri di sala operatoria. La direzione medica dell’ospedale è stata rappresentata durante l’operazione da Eugenia Carluccio. Donatella Mastria è la coordinatrice locale del percorso di donazioni. Come avviene in ogni analoga circostanza, la direzione generale ha voluto ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile la donazione e ha espresso il cordoglio alla famiglia della donna che, in un profondo e intimo dolore, hanno deciso di dare una possibilità di vita ai pazienti che riceveranno gli organi prelevati dalla loro congiunta.

Quello appena effettuato è il primo prelievo multiorgano del 2022 in provincia di Lecce. Lo scorso anno, secondo le informazioni fornite, sono stati sette, di cui cinque al “Vito Fazzi” e due all’ospedale di Casarano. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primo prelievo multiorgano del 2022: famiglia di una 43enne acconsente alla donazione

LeccePrima è in caricamento