menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Emozione, orgoglio e innovazione: battesimo del corso di laurea in Medicina

Nel chiostro del rettorato dell'Università del Salento la presentazione del nuovo percorso formativo. Si attende solo il via libera dell'Agenzia per la valutazione del sistema universitario

LECCE - Un presidente di Regione, diversi assessori, il rettore, il sindaco di Lecce e anche quello di Brindisi: la presentazione del corso di laurea in Medicina, Chirurgia e Applicazione biomedicali è avvenuto in una robusta cornice istituzionale, presso il rettorato dell'Università del Salento. Previo parere dell'Agenzia nazionale di valutazione delle università e della ricerca, dal prossimo anno accademico nelle aule dell'ateneo leccese partirà un percorso formativo in Medicina e Chirurgia con forte vocazione tecnologica e bioingegneristica. 

La giunta regionale ha deliberato a inizio settimana lo stanziamento di 83 milioni di euro, creando dunque il presupposto materiale per il passaggio dalla teoria alla pratica. Il varo del nuovo corso di lurea rappresenta un traguardo a lungo inseguito: con l'ampliamento dell'offerta formativa dell'Università del Salento, il territorio nel suo complesso potrà intercettare nuove esigenze, quelle degli studenti, e nuove competenze, quelle dei futuri medici.

Il primo a parlare è stato il presidente della Regione, Michele Emiliano: "Se fosse stato un problema solo politico ci saremmo arrivati tempo addietro. Questo passaggio cambia il rapporto tra potere e sapere, che ha un ruolo centrale come quello della decisione politica. Quando un ateneo come questo decide di fare un passo come questo, tutti gli altri devono capire che il vantaggio sarà per tutti. Lecce sembra una città fatta appositamente per un traguardo come quello di cui parliamo oggi, perché è bella non solo in superficie ma anche per le persone. Ci aspetta ora un grande lavoro".

Poi è stata la volta del sindaco di Lecce, Carlo Salvemini: "Se avessimo potuto oggi avremmo dovuto allestire una grande agorà per consentire la partecipazione di tutti coloro che ci hanno preceduto. Ci sono le impronte di tanti dietro questo risultato. Sono qui a testimoniare l’orgoglio di tutta la città. Annunciamo questa iniziativa nel corso dell’anno della pandemia che ha imposto due temi all’ordine del giorno: importanza della sanità pubblica e dei servizi territoriali e degli investimenti in capitale umano Per fare le cose occorre il tempo che occorre".

Video | Le dichiarazioni di questa mattina

Infine, il rettore, Fabio Pollice: "Faremo di questo percorso di laurea una eccellenza a livello nazionale. Dobbiamo fare della Puglia una regione universitaria ma anche sanitaria, in grado di invertire i flussi delle troppe persone che cercano fuori un modo per superare le loro difficoltà. Quello che è veramente importante, oggi, è che stiamo costruendo una visione nuova: non c'è spazio per alcuna contrapposizione. Ora o mai più. Il momento per sentirci comunità è questo".

Il direttore della Asl di Lecce, Rodolfo Rollo, ha parlato di "un sogno coltivato per molte generazioni di medici" che si concretizza: "Quello di avere a Lecce la possibilità di fondere insieme 3 elementi, ovvero l'assistenza, la ricerca e la didattica".

"In questo periodo storico, in cui abbiamo capito come trasformare l'epidemia in una risorsa, si sono create le condizioni giuste per ripartire - ha proseguito -. A livello nazionale si è creato un problema dovuto alla scarsità di medici, specialisti e operatori sanitari. Il nostro compito ora è quello di capire come sfruttare le risorse messe a disposizione alla Comunità europea per favorire le nuove generazioni. Partiremo dall'ospedale Vito Fazzi di Lecce e poi allargheremo le maglie, includendo gli altri ospedali di primo livello della provincia di Lecce. Alcuni reparti saranno dedicati all'attività didattica e altri reparti saranno misti: un certo numero di posti letto sarà assegnato alla gestione universitaria e un tot all'assistenza ospedaliera”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento