rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Obblighi della legge regionale / Specchia

Presenze turistiche nelle strutture, controlli della polizia locale nel territorio di Specchia

Avviate le verifiche da parte dell’amministrazione comunale e del comando della polizia locale per garantire il rispetto delle norme sulle comunicazioni degli arrivi dei turisti e la loro permanenza nelle strutture ricettive, case-vacanze e b&b. Si rischiano sanzioni da 100 a 600 euro

SPECCHIA – Nonostante il tempo ancora incerto la stagione turistica è ormai alle porte e con essa, nel Basso Salento, arrivano anche i controlli per garantire il rispetto delle norme sulle verifiche degli arrivi dei turisti e la loro permanenza nelle strutture ricettive, case-vancaze e b&b.

Nel territorio di Specchia, il comando della polizia locale, sui input anche dell’amministrazione comunale, ha già avviato una serie di controlli riguardanti la comunicazione dei movimenti turistici da parte degli operatori del settore ricettivo. Questa iniziativa è volta ad assicurare il rispetto delle leggi regionali che regolamentano il settore turistico, che puniscono anche le eventuali violazioni con delle sanzioni amministrative.

E’ il comandante della polizia locale di Specchia, Andrea Zacà, a sottolineare l'importanza del rispetto delle norme, richiamando l'attenzione sull'articolo 10 quinquies della legge regionale 52 del 2019. Questo articolo, infatti, assegna ai Comuni le funzioni di vigilanza e controllo in materia turistica, con l'obiettivo di contrastare forme illegali di ospitalità e garantire il rispetto degli obblighi di comunicazione dei movimenti turistici.

La normativa regionale (nello specifico l'articolo 10 della Legge Regionale 57/2018), d’altro canto prevede anche sanzioni per le violazioni relative alla mancata trasmissione dei dati sui movimenti turistici.

Tali sanzioni possono variare, a seconda della gravità della violazione, includendo multe che vanno da 100 a 600 euro. Ad esempio, l'omessa trasmissione mensile dei dati comporta una sanzione che può arrivare fino alla quota massima, mentre un ritardo nella trasmissione può essere sanzionato con multe che vanno da 100 a 300 euro.

“I controlli della polizia locale riguardanti la mancata o tardiva comunicazione dei movimenti turistici” concludono dal Comune e dal comando della polizia locale, “mirano a garantire il rispetto delle normative regionali e a contrastare le pratiche irregolari nell'ospitalità. È essenziale per gli operatori nel settore ricettivo adempiere ai requisiti di comunicazione dei dati al fine di evitare sanzioni amministrative e promuovere una gestione trasparente e conforme alle regole del turismo nel territorio regionale”.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presenze turistiche nelle strutture, controlli della polizia locale nel territorio di Specchia

LeccePrima è in caricamento