Lunedì, 14 Giugno 2021
Attualità

Scienze tecnologiche, onorificenze: è salentino l’unico italiano a riceverla

Il professore Luciano Tarricone, docente di campi elettromagnetici del Dipartimento di ingegneria dell’innovazione dell’Università del Salento ha ricevuto il riconoscimento dall’associazione internazionale Ieee

LECCE- Sono circa 400mila gli studiosi attivi in 160 nazioni in svariati settori, dall’informatica alle telecomunicazioni all’ingegneria biomedica, elettrotecnica ed elettronica che pubblicano il 30 per cento della letteratura scientifica mondiale, curano oltre 1300 standard industriali e finanziano ogni anno circa 1700 importanti conferenze internazionali: l’associazione internazionale Ieee, leader mondiale nella promozione dell’avanzamento tecnologico applicato al benessere umano, ha conferito l’onorificenza di “fellow” al professore Luciano Tarricone, unico italiano, docente di campi elettromagnetici presso il dipartimento di Ingegneria dell’innovazione dell’Università del Salento.

“Sono molto contento di questo riconoscimento così importante”, commenta il professore Luciano Tarricone, “e ancor di più per essere quest’anno l’unico italiano a riceverlo, per le materie di mia competenza. E sono contento per la mia università, visto che sono anche il primo docente dell’Università del Salento a essere insignito di questa onorificenza”.

Il riconoscimento è stato attribuito al professore “per il suo contributo allo studio delle interazioni fra microonde e sistemi viventi e relative applicazioni biomediche”: la sua attività di ricerca è stata apprezzata, infatti, per le ricadute in termini di ricerca di base sugli effetti dei campi elettromagnetici sui sistemi biologici, e per le possibili applicazioni come lo sviluppo di tecnologie per sensori e dispositivi biomedicali impiantabili.

Luciano Tarricone si occupa prevalentemente di interazione fra Campi elettromagnetici (EM) e sistemi viventi, tecnologie elettromagnetiche abilitanti per sistemi wireless intelligenti, metodi numerici avanzati per l’elettromagnetismo. Ha svolto attività di ricerca presso l’Istituto Superiore di Sanità, il Centro Scientifico dell’Ibm e l’European Center for Scientific and Engineering Computing dell’Ibm a Roma. Ha insegnato all’Università di Perugia ed è a Lecce dal 2001. A UniSalento insegna Campi elettromagnetici e applied electromagnetics. Coordina il gruppo di Campi elettromagnetici, è membro di varie commissioni a livello di corso di laurea e di Dipartimento, e ha coordinato diversi progetti di ricerca di base e numerosi progetti di ricerca industriale a livello nazionale e internazionale. I principali temi scientifici di cui si occupa il suo gruppo di ricerca vanno dai meccanismi e modelli di interazione bioEM a livello di porzioni di membrana cellulare e di tessuto all’interazione uomo-antenna, dai metodi e modelli innovativi di radiopropagazione ai metodi di ottimizzazione per la pianificazione del posizionamento e dimensionamento di reti di stazioni radiobase, dal Cad di antenne e circuiti a Mw al supercalcolo per l’elettromagnetismo, con particolare riferimento alle griglie computazionali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scienze tecnologiche, onorificenze: è salentino l’unico italiano a riceverla

LeccePrima è in caricamento