rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Il bollettino regionale

In Puglia l’alta percentuale di vaccinazioni limita le conseguenze del contagio

Oltre 36 mila i test analizzati e nelle province di Lecce e Bari la circolazione del virus non concede tregua. Altri 8.521 i casi rilevati nelle ultime 24ore. Dieci nuovi decessi. I pazienti ricoverati negli ospedali sono complessivamente 589

LECCE - Continuano a salire il numero dei contagi e il tasso di positività in Puglia secondo i dati riportati nel bollettino regionale che confermano la circolazione ancora costante delle varianti al Covid-19 e con effetti calmierati dalla buona copertura vaccinale. A fronte di 36.065 tra test antigenici e tamponi molecolari analizzati, i nuovi casi positivi al Sars Cov-2 rilevati sono stati 8.521. E si registrano anche altri dieci decessi.

Non si arresta la circolazione del virus soprattutto in provincia di Lecce che anche oggi, come avviene ormai nelle ultime quattro settimane almeno, registra il numero più alto di contagi: ne sono stati rilevati esattamente 2.616. E’ il territorio più colpito insieme alla provincia di Bari che viaggia nella stessa direzione e che oggi conta 2.603 casi.

Gli altri contagi registrati sono ripartiti tra i 578 della provincia di Barletta-Andria-Trani, i 711 della provincia di Brindisi, i 1.031 della provincia di Foggia e i 926 della provincia di Taranto. Tra i residenti fuori regione si contano altri 45 casi e per altri undici la provincia di appartenenza non è stata ancora definita.

I pazienti ricoverati in area medica, non critica, sono 560 (ieri erano 550), mentre i degenti in terapia intensiva sono ora 29. Il numero delle persone attualmente positive continua a risalire: i casi attivi sono ora 96.493, vale a dire 4.392 più di ieri, ma con 4.119 persone che si sono nel frattempo negativizzate.

Con l’aggiornamento di questi ultimi dati il numero totale di persone contagiate in Puglia dall’inizio della pandemia sale a 822.949, di cui 155.737 in provincia di Lecce.

Leggi il bollettino

Ultimi dati su campagna vaccinale

Salgono a quota 1.777.395 le dosi di vaccino somministrate finora a cittadini residenti in provincia di Lecce, di cui 649.139 prime dosi, 634.580 seconde dosi, 21.336 monodose, 472.340 terze dosi.

La Asl ha definito, e già comunicato, una riorganizzazione dei punti vaccinali di popolazione che prevede cambiamenti a partire già da domani, 19 marzo, con l’hub di Martano che effettuerà il suo ultimo giorno di attività. il 19 marzo. Toccherà, a seguire, ai punti vaccinali di Gallipoli e alla Caserma Zappalà, il 26 marzo. E ancora a quelli di Campi Salentina e di Nardò che opereranno sino al 31 marzo.

In seguito alla chiusura della Caserma Zappalà, opererà a pieno regime, dal 28 marzo l’hub del Museo Castromediano di Lecce (dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 13,30 e dalle 15 alle 18,30. Il sabato dalle 8,30 alle 13,30). Continuerà regolarmente l'attività il punto vaccinale di Gagliano del Capo dell’ex ospedale.

L'accesso alla vaccinazione continua ad essere libero per prima, seconda e terza dose. Per le vaccinazioni pediatriche (fascia 5-11 anni) occorre rivolgersi al pediatra di libera scelta che concorderà la vaccinazione con il Sisp territoriale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Puglia l’alta percentuale di vaccinazioni limita le conseguenze del contagio

LeccePrima è in caricamento